komperdell

Recensione paraschiena a gilet Buese Belluno

Inviato da Redazione Motos... il Sab, 13/06/2009 - 00:33

Questa recensione ci è stata gentilmente inviata da uno dei nostri amici e iscritti (Frabiker da Genova). Riporta le sue personali sensazioni d'uso e le sue opinioni. Le foto sono sue, lamentatevi con lui per la qualità! Ne aprofittiamo per ricordare che non abbiamo nessun legame con le aziende citate, e il nostro vuole essere solo un piccolo aiuto per tutti i motociclisti nel scegliere gli accessori più sicuri.


Recensione e foto del buese Belluno Tipologia: paraschiena a gilet (backprotector)

Marca: Büse (prodotto da Komperdell)

Modello: Belluno

Normativa di riferimento: EN1621-2 Livello 2

Sito Internet: www.buese.com www.komperdell.com

Prezzo al pubbblico: inferiore ai 150 euro spedito (non è distribuito in Italia)

Made in: *

Materiali: 70% Poliammide, 15% Elastan, 10% Neoprene, 5% Poliuretano

Taglia esaminata: *

Risultati TEST diverse riviste in Germania hanno decretato la vittoria (in termini di assorbimento dell'impatto) del Buese Belluno rispetto ad altri paraschiena più o meno famosi. Si parla di valori inferiori ai 6 Kn (ovvero: 4.87 kn), quindi un Livello 2 di tutto rispetto, essendo circa la metà del valore massimo consentito (9 kN). In questo caso, cosa assai rara, i risultati sono stati migliori di quanto dichiarato dall'azienda (5kN).

Descrizione Prodotto: Parliamo di un  paraschiena, di Livello 2 (attualmente il livello di sicurezza più alto). Inizio subito a parlare di questo dispositivo di protezione passiva dicendo che ho scoperto che fra i suoi pregi c`è il fatto di poterlo riporre in un bauletto da un casco integrale. Incredibile, ma vero.
È un paraschiena unico nel suo genere. La sua forza, la stessa del famoso Forcefield è la flessibilità e la densità del materiale in cui è realizzato. Il Buese Belluno però, negli stessi test, risulta rilasciare meno kN del Forcefield.

Il Buese Belluno ha una qualità decisimante alta. Il gilet è molto elastico e molto traspirante. Il prodotto è stato pensato proprio per garantire la massima traspirabilità: la struttara interna, composta da strati sovrapposti di materiale assorbente a formare una stratificazione compatta e unita (un'idea semplice e geniale) è traforata per garantire il passaggio dell'aria, evitando quindi l'eccessiva formazione di chiazze di sudore.
Questo blocco assorbente (click sulla foto per ingrandire), inserito nel gilet, può essere estratto tramite una cerniera interna molto semplicemente.

L'inserto protettivo non va assolutamente lavato, mentre il gilet può essere lavato in acqua fredda (in caso necessità).

Caratteristiche di confort: il gilet indossato non dà fastidio, non affatica, e il peso è più che accettabile. La fascia lombare a strappo fa sentire avvolti  e dà un senso di protezione senza costrizioni: una caduta non vedrebbe il rischio di spostamento laterale del paraschiena.

Altra cosa interessante, a differenza di altri paraschiena, il Belluno presenta la copertura pressoché totale della colonna vertebrale (da collo a coccige) e delle scapole. Inoltre la parte posteriore del collo non risulta completamente scoperta, come avviene per quasi tutti gli altri paraschiena, ma c'è una piccola protezione (un quadratino) che copre anche l'osso del collo (anche se solo parzialmente, ma nel dubbio, meglio avercelo).

Inoltre ci sono due pannellini laterali (non omologati n.d.r.) a livello delle costole, estraibili anche loro;
anche qui meglio avere un cuscinetto assorbente che non avere nulla, soprattutto in una zona spesso scoperta durante un'eventuale caduta. Indossato il Belluno, i pannellini zona costole non danno alcun fastidio, non si avvertono nemmeno.

Unica perplessità è la cucitura fra paracoccige e paraschiena che forse distanzia un po' troppo i due elementi, forse per favorirne la mobilità.

Posso ritenermi soddisfatto di aver scelto credo un buon prodotto. L`uso del paraschiena, dovrebbe diventare normale routine per chiunque si sposti a due ruote. Non ci sono scuse nel caso del Buese Belluno: prezzo accessibile, comodità, la praticità del poterlo facilmente riporre e non meno importante la capacità, in questo caso veramente notevole, di assorbire gli impatti.

FraBiker - Genova

Condividi contenuti