MOTORRAD 20/2011 prova 13 paraschiena

18 replies [Ultimo post]
ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29

La rivista tedesca MOTORRAD prova nel n. 20/2011 13 paraschiena.

Per chi vuole leggersi in tedesco tutto l'articolo, ecco il link:
13 Protektoren im Vergleichstest

A chi invece basta un riassunto del sottoscritto, scrivo che i 13 paraschiena sono stati provati al TUEV Rheinland secondo la vigente normativa EN , ovviamente di livello 2. Oltre all'importante dato dell'energia residua da impatto, che ha valore preponderante nel punteggio, sono stati tenuti in considerazione aspetti come superficie di copertura, qualità costruttiva, comfort, peso, aerazione, facilità di vestizione e tipo di fissaggio al corpo.

In sintesi, il migliore globalmente (MOLTO BUONO)  è il VANUCCI, nostra vecchia conoscenza di concezione e di originaria fabbricazione Komperdell, che ha ottimi valori di energia residua (5.39 Kn) ma anche ottima vestibilità e comfort, nonchè peso accettabile. Ricordiamo che si tratta di un paraschiena a 'gilet', con una prova del sottoscritto già presente su questo sito. Udite udite, pare che il luogo di fabbricazione attuale sia ITALIA...quindi pare che, dopo una parentesi di produzione cinese, LOUIS.de abbia riportato la produzione del paraschiena in Europa.

A 4 punti di distanza (BUONO) segue l'attuale campione di assorbimento urto, il FORCEFIELD SUB 4 (4.09 Kn), anch'esso presente in una scheda recensione di questo sito. I suoi punti deboli sono soprattutto peso, aerazione e una superficie di copertura leggermente inferiore (oltre a parecchio spessore). Per la cronaca, è fabbricato in Taiwan.

A pari merito, secondo posto con il Forcefield (BUONO) sta HELD RANK, con 6.80 Kn. Ha la migliore qualità costruttiva, ottima copertura e comfort. Formato gilet, è molto simile al Vanucci ma fatto in Cina. Diciamo che non è a pari merito con Vanucci per il valore di assorbimento medio leggermente peggiore.

La sopresa viene però a mio avviso dal terzo posto, a 3 punti dai secondi. Dainese non ha in passato avuto ottime recensioni per i suoi paraschiena, ma il suo N-FRAME BACK 3 ha buoni valori di assorbimento (7.42). E' molto leggero, 628 g., quasi la metà del Forcefield e ha un buon comfort nonostante sia un paraschiena di tipo tendenzialmente rigido. Considerato che ha un prezzo relativamente basso, merita il KAUFTIPP (consiglio di acquisto per rapporto qualità-prezzo) di Motorrad. Fabbricato in Tunisia.

Tra le delusioni, al livello più basso sicuramente IXS PRO BACK VII che supera i valori soglia di assorbimento del livello 2 in molti casi, ma per lo stesso motivo lo seguono, leggermente in meglio, RUKKA APS AIR Anatomic (che oltretutto è il più caro) e ACERBIS 6 PLATES. Penalizzato anche lo SPIDI Back Warrior EVO per la bassa superficie di copertura e la sforatura del livello 2 in alcuni punti.

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Alaxandair
ritratto di Alaxandair
Offline
Joined: 2009/04/05
ellebubi ha scritto: La

ellebubi ha scritto:

La rivista tedesca MOTORRAD prova nel n. 20/2011 13 paraschiena.

Per chi vuole leggersi in tedesco tutto l'articolo, ecco il link:
13 Protektoren im Vergleichstest

A chi invece basta un riassunto del sottoscritto, scrivo che i 13 paraschiena sono stati provati al TUEV Rheinland secondo la vigente normativa EN , ovviamente di livello 2. Oltre all'importante dato dell'energia residua da impatto, che ha valore preponderante nel punteggio, sono stati tenuti in considerazione aspetti come superficie di copertura, qualità costruttiva, comfort, peso, aerazione, facilità di vestizione e tipo di fissaggio al corpo.

In sintesi, il migliore globalmente (MOLTO BUONO)  è il VANUCCI, nostra vecchia conoscenza di fabbricazione Komperdell, che ha ottimi valori di energia residua (5.39 Kn) ma anche ottima vestibilità e comfort, nonchè peso accettabile. Ricordiamo che si tratta di un paraschiena a 'gilet', con una prova del sottoscritto già presente su questo sito. Udite udite, pare che il luogo di fabbricazione sia ITALIA...

A 4 punti di distanza (BUONO) segue il campione di assorbimento urto, il FORCEFIELD SUB 4 (4.09 Kn), anch'esso presente in una scheda recensione di questo sito. I suoi punti deboli sono soprattutto peso, aerazione e una superficie di copertura leggermente inferiore (oltre a parecchio spessore). Per la cronaca, è fabbricato in Taiwan.

A pari merito, secondo posto con il Forcefield (BUONO) sta HELD RANK, con 6.80 Kn. Ha la migliore qualità costruttiva, ottima copertura e comfort. Formato gilet, è molto simile al Vanucci ma fatto in Cina. Diciamo che non è a pari merito con Vanucci per il valore di assorbimento medio leggermente peggiore.

La sopresa viene però a mio avviso dal terzo posto, a 3 punti dai secondi. Dainese non ha in passato avuto ottime recensioni per i suoi paraschiena, ma il suo N-FRAME BACK 3 ha buoni valori di assorbimento (7.42). E' molto leggero, 628 g., quasi la metà del Forcefield e ha un buon comfort nonostante sia un paraschiena di tipo tendenzialmente rigido. Considerato che ha un prezzo relativamente basso, merita il KAUFTIPP (consiglio di acquisto per rapporto qualità-prezzo) di Motorrad. Fabbricato in Tunisia.

Tra le delusioni, al livello più basso sicuramente IXS PRO BACK VII che supera i valori soglia di assorbimento del livello 2 in molti casi, ma per lo stesso motivo lo seguono, leggermente in meglio, RUKKA APS AIR Anatomic (che oltretutto è il più caro) e ACERBIS 6 PLATES. Penalizzato anche lo SPIDI Back Warrior EVO per la bassa superficie di copertura e la sforatura del livello 2 in alcuni punti.


interessante.
il sub pro 4 si conferma, lo abbiamo testato anche noi, il migliore in commercio in termini di kn.
il komperdell, in generale, uno tra i migliori paraschiena (tra i due migliori..insieme al sub pro)
grazie della mini traduzione Wink

______________________________________

"guida spirituale" (cit.: Conny) di www.motosicurezza.com
Integralista della sicurezza e sostenitore del Cambridge Standard - High Performance

Score One For Faceless Government Bureaucrats

"The Cambridge standard for the CE marking is the highest in the world, some criticized Dr Woods , saying he was over the top, however when you are sliding down the road having fallen off at 120mph you may be thanking him."

Filo79
ritratto di Filo79
Offline
Joined: 2009/12/13
Si! Mitico il mio Vanucci!

Si! Mitico il mio Vanucci! 70e ben spesi! Big smile
Grazie per il link, finalmente una prova paraschiena più aggiornata delle solite che giravano da un pò !

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Ma quello non è il

Ma quello non è il Vanucci/Komperdell,è il successivo che si diceva fosse prodotto in Cina......e che ora invece salta fuori che è italiano?Bah?

Gioxy
ritratto di Gioxy
Offline
Joined: 2010/03/27
Filo79 ha scritto:Si! Mitico

Filo79 ha scritto:
Si! Mitico il mio Vanucci! 70e ben spesi! Big smile
Grazie per il link, finalmente una prova paraschiena più aggiornata delle solite che giravano da un pò !

Ciao Filo79,
se non ricordo male il tuo (da 70 euro) è la versione a zainetto, con l'interno marchiato Komperdell

Il mio, a gilet è identico, esternamente, alla foto pubblicata dalla rivista, non è marchiato Komperdell ed è made in China. Se serve posso fare qualche foto.

Se quello testato è quello che ho comperato un paio di anni fa, EVVIVA.

Ma come faccio a sapere se il mio e quello testato sono lo stesso protettore? Inoltre non mi pare si parli di Komperdell nell'articolo e il riferimento all'Italia, non è che si riferisce a Vannucci che è, se non erro, italiano o di origini italiane, ma è solo il designer?

______________________________________

Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
Albert Einstein

Gif 15

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
Per chiarire... Il Vanucci

Per chiarire...
Il Vanucci provato da me nella recensione di questo sito era fabbricato in Austria da Komperdell. In seguito pare che Louis (proprietario del marchio Vanucci) l'abbia fatto fabbricare in Cina.
Nel cambio di luogo di produzione il 'gilet' ha subito qualche modifica estetica e di materiali, diventando quello tutto nero che vendono attualmente.
Ora, nella recensione di Motorrad il paese di fabbricazione attuale del 'gilet' Vanucci-Louis risulta essere l'Italia.
Quindi, o Motorrad si sbaglia, o Louis-Vanucci ha riportato la produzione in Europa (con ottimi risultati, a quanto pare).

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Filo79
ritratto di Filo79
Offline
Joined: 2009/12/13
Si, in effetti la foto

Si, in effetti la foto corrisponderebbe (esteticamente eh, dentro non so cosa ci sia) al nuovo modello, quello che viene dopo il mio, quello che hai tu in pratica e sarebbe made in China.
Io da Louis ho ricevuto una mail con i valori di assorbimento e tra quello "made in Austria" e quello made in China ci ballano circa 3kN, quei valori rilevati da Motorrad corrispondono più o meno a quelli di quello austriaco, quindi potrebbe pure darsi che dopo una parentesi cinese siano tornati al caro vecchio Komperdell...

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Infatti quei valori del

Infatti quei valori del Vanucci new non tornano,lo volevo dire anch'io.
Il come mai è facile intuirlo,Motoradd ha riciclato i valori di quello vecchio,niente di nuovo.......di esempi così le riviste sono piene.

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
Cristian72 ha scritto:Infatti

Cristian72 ha scritto:
Infatti quei valori del Vanucci new non tornano,lo volevo dire anch'io.
Il come mai è facile intuirlo,Motoradd ha riciclato i valori di quello vecchio,niente di nuovo.......di esempi così le riviste sono piene.

Guarda che mi sembra improbabile, perchè qui si tratta di un vero e proprio test presso il TUEV Rheinland e non di una descrizione di prodotti. Inoltre il Vanucci provato è proprio quello attualmente in vendita da louis.de. Se leggi l'articolo te ne rendi conto (io l'ho letto tutto, non solo la sintesi su internet). E anche il resto dei prodotti sono quelli attualmente in vendita, non quelli dei test di 2-3 anni fa, il periodo a cui risale il primo Komperdell Cross che venne venduto sotto vari nomi da Vanucci, Held e Buese.

Per metterla come dici tu bisogna pensare proprio a una frode deliberata, e data la serietà di rivista e centro prove, mi sembra doppiamente improbabile.
A questo punto possiamo mettere in dubbio qualsiasi cosa...che interesse avrebbero sia Motorrad che TUEV Rheinland a truccare i dati sperimentali? Vogliono favorire i prodotti tedeschi? Allora perchè Forcefield e Dainese ottengono punteggi migliori di altri prodotti tedeschi (guarda caso simili al Vanucci) come Polo, Buese e BMW?

Quando si fanno affermazioni così bisogna essere in grado di provarle, scusami Wink

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
post errato

- doppio post per sbaglio -

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Louis dichiara valori

Louis dichiara valori nettamente superiori se non sbaglio,giusto?Allora o alla Louis sono scemi o non sò cosa pensare,di solito chi vende tende ad essere ottimisti sui prodotti che vende.....non pessimisti.

Io ho una Pegaso del '93,ho una collezione ampia di Motociclismo,sai cos'ho trovato andando a confrontare tutte le prove di tutte le Pegaso e BMW F650 che ha lo stesso motore?Che in ben 3 PROVE hanno riciclato dati di prove precedenti fatte ANNI PRIMA.....la F650 del 2006 uguali alla 2004,la Pegaso del 2004 uguali alla 2001,addirittura per la Pegaso del 2000 che è la Cube hanno messo gli stessi identici dati (millesimi di secondo compresi) della Pegaso 1996 che è una moto COMPLETAMENTE DIVERSA a parte il motore.
Vedi te,io delle riviste mi fido fino a un certo punto.....

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
Cristian72 ha scritto:Louis

Cristian72 ha scritto:
Louis dichiara valori nettamente superiori se non sbaglio,giusto?Allora o alla Louis sono scemi o non sò cosa pensare,di solito chi vende tende ad essere ottimisti sui prodotti che vende.....non pessimisti.

Io ho una Pegaso del '93,ho una collezione ampia di Motociclismo,sai cos'ho trovato andando a confrontare tutte le prove di tutte le Pegaso e BMW F650 che ha lo stesso motore?Che in ben 3 PROVE hanno riciclato dati di prove precedenti fatte ANNI PRIMA.....la F650 del 2006 uguali alla 2004,la Pegaso del 2004 uguali alla 2001,addirittura per la Pegaso del 2000 che è la Cube hanno messo gli stessi identici dati (millesimi di secondo compresi) della Pegaso 1996 che è una moto COMPLETAMENTE DIVERSA a parte il motore.
Vedi te,io delle riviste mi fido fino a un certo punto.....

Guarda, non generalizziamo. Lo so anche io che nella stampa ci sono delle marchette clamorose, ma qui si parla di una rivista tendenzialmente seria e di un ente di prova/certificazione a livello mondiale. Tolta la rivista, perchè il TUEV si dovrebbe sputtanare per così poco come un paraschiena? Quanto avrebbe pagato Louis per corrompere sia Motorrad che il TUEV?

Poi, di tanto in tanto i prodotti, anche se simili, cambiano fornitore. Il Vanucci che ho comprato io, sia da uomo che da donna, era fatto da Komperdell in Austria. La serie successiva era fatta in Cina, mi sembra. Ora Louis può aver cambiato di nuovo fornitore. Perchè Motorrad avrebbe scritto Italia quando invece sarebbe in realtà Cina?
Poi, ammettiamo che Motorrad abbia sbagliato e abbia letto male l'etichetta. Il Vanucci è ancora fatto in Cina, in realtà. Perchè la produzione cinese non potrebbe essere migliore, ora?
Anche lo stesso Forcefield è fatto in Taiwan = Cina eppure ottiene i migliori valori di assorbimento d'urto.

Oppure dobbiamo pensare che Motorrad sia stata ingannata e Louis ha mandato loro, nonostante l'acquisto anonimo (perchè così si fa in tutti i test di consumatori) un prototipo segreto fatto in Italia e con valori migliori, apposta per primeggiare nei test?
E perchè, se l'avesse fatto Louis, non avrebbero potuto farlo anche tutti gli altri?

Dico solo che è sano e giusto dubitare, ma bisogna farlo con cognizione di causa. Allora io potrei meglio pensare a errori strumentali, ma di solito quando si fanno questi test si prendono i prodotti a caso nella normale catena di distribuzione. Qualche volta se ne provano diversi esemplari. Non so se questo sia il caso, in verità, dovrei vedere i protocolli di prova dello standard EN e della TUEV. Ma il caso favorisce a volte e sfavorisce in altre, quindi le tolleranze produttive sono una incognita per tutti, meno per chi produce con una certa qualià.

Qui ci potrebbe aiutare il vecchio caro GINOX se ci legge. Wink

Quanto a me, fino a prove contrarie mi fido tendenzialmente di questo test.

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Io la faccio molto più

Io la faccio molto più semplice,TUV e Louis non centrano niente,Motorrad compra il paraschiena,ci fanno un giretto per vedere come stà a confort,gli fanno una foto......dicono "è uguale al vecchio,saltiamo le prove e mettiamo i dati del vecchio" = niente spese per il test visto che non penso il TUV lavori a gratis.
Tutto quà,idem per l'esempio che ho fatto io,metti i dati di prove già fatte ed eviti le spese per farne di nuove,tanto chi vuoi che se ne accorga.......giusto un rompiballe come me. Big smile
E visto che rompiballe lo sono fino in fondo gliel'ho anche fatto notare a Motociclismo,la risposta la vedi quà......gli devo dare i riferimenti sennò non trovano le prove,un'pò come dire che nella mia pizzeria non so dove sia la farina. Laughing out loud
http://www.motoclub-tingavert.it/t645959s.html

Comunque si può sempre chiedere a Louis se il prodotto è cambiato,di norma sono collaborativi.

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
...e in effetti ho già

...e in effetti ho già scritto loro una email di richiesta informazioni in merito, ieri. Spero rispondano Big smile

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

GINOX
Offline
Joined: 2009/04/17
Finalmente...

... un test serio fatto da questo magazine di pirloni Big smile
Fino a ieri Motorrad i vari test comparativi su paraschiena e protezioni li ha sempre eseguiti presso la Sas Tec e con una macchina da impact test costruita in casa e senz' altro buona per rompere noci.

Questo test invece mi pare affidabile in quanto fatto presso un laboratorio TUV di Colonia che ha testato i back secondo la ATTUALE EN1621-2/03
Certo che differenze a livello di prestazioni ce ne possono essere proprio perchè non tutte le macchine da impatto hanno la cella di carico tarata nella stessa maniera, se per esempio lo stesso test fosse ripetuto in un laboratorio italiano accreditato i risultati sarebbero ancora diversi fino a 2/3 kn nella media dei colpi.
Nella futura normativa EN1621-1 e 1621-2 finalmente saranno messi dei vincoli per tarare la cella di carico in modo da ridurre la differenza di risultati da una macchina all'altra

Una volta la tendenza del costruttore era di ottenere la massima performance in kn anche grazie a laboratori accreditati ma con macchina da test un po'.......generosa.
Ora invece si tende a dichiarare performance peggiori perchè in caso di test da parte di riviste o altri mal che vada i valori resteranno allineati a quanto scritto, se risultassero migliori... tanto meglio. Innocent

Il Vanucci fatto in italia? Mi pare mooolto improbabile....

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
Grazie ancora al vecchio

Grazie ancora al vecchio ginox per il suo contributo esperto... Wink
In effetti anche a me il Vanucci fatto in Italia mi sembrava strano, ma per sicurezza aspettiamo la risposta di Louis (o di Motorrad).
In ogni caso, come ho detto più su, anche se fosse fatto in Cina l'importante è che (come sembra) si sia riportato sui valori del Komperdell originale, errori strumentali permettendo. Sono sempre buone notizie, da qualunque parte vengano.

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Filo79
ritratto di Filo79
Offline
Joined: 2009/12/13
Giusto per la cronaca,

Giusto per la cronaca, riporto i dati che mi diede Louis.de quando acquistai il mio Vanucci bretellato:

  1. ZAINETTO : average 5,3 kN and single 5,8 kN
  2. "Vecchio" GILET: average 5,7 kN and single 6,1 kN
  3. "Nuovo" GILET : average 8,4 kN and single 10,4 kN

Il vecchio, che è quello che ho, ha un'etichettona dentro la tasca che riporta i dati di impatto e resistenza e il marchio Komperdell Cross.

ellebubi
Offline
Joined: 2009/06/29
Louis ha risposto ed ha

Louis ha risposto ed ha confermato che Motorrad ha fatto un errore scrivendo Italia come luogo di produzione del loro paraschiena-gilet (prevedibile del resto).
Quindi il gilet continua ad essere fatto in Cina, e, dati i valori, complimenti ai cinesi Big smile

______________________________________

--- www.scarabeoclub.it ---
--- http://goofynomics.blogspot.it ---

Gioxy
ritratto di Gioxy
Offline
Joined: 2010/03/27
ellebubi ha scritto:Louis ha

ellebubi ha scritto:
Louis ha risposto ed ha confermato che Motorrad ha fatto un errore scrivendo Italia come luogo di produzione del loro paraschiena-gilet (prevedibile del resto).
Quindi il gilet continua ad essere fatto in Cina, e, dati i valori, complimenti ai cinesi :bigsmile:

Ho inviato la mia richiesta di informazioni al mio traduttore di fiducia (l'olandese volante!) e appena me la restituirà la invio a Louis.
Vi terrò informati Wink

______________________________________

Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
Albert Einstein

Gif 15