• warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/ud2w1c16/public_html/sites/all/modules/advanced_forum/advanced_forum.module on line 492.

Sono più sicure le moto piccole e leggere o le moto potenti e/o pesanti?

115 replies [Ultimo post]
Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05

Da un altro topic, possiamo continuare qui.

Citazione:
fabrizio1974 ha scritto:
.
La ducati streetfighter richiede doti guida ed esperienza maggiori rispetto a una TUX, o no?
Perdona meno gli errori, richiede più concentrazione, quindi più fatica, forse anche maggiori doti "atletiche".
No?

Per assurdo la risposta è no, secondo me. Rimanendo comunque un convinto sostenitore delle moto "piccole". Sta di fatto che le moto piccole spesso sono catafalchi senza dignità.

A parità di velocità e stile di guida, insomma se con una moto difficile e malprogettata come la Streetfighter guidi come se guidassi una TU 250 X, credo tu possa essere più sicuro per assurdo sulla Streetfighter, o qualunque altra moto "sportiva". Se poi è una moto di classe premium ma meno nervosa e sbilanciata della Ducati non c'è gara.

Perché le motorettine, a parità di media oraria, sono delle bare.

È che sono più istruttive. Avere una moto che agli 80 km/h va su una rotaia non ti fa percepire i limiti, ed è effettivamente più sicura se guidata in un modo che ti senti fermo. Una motorettina agli 80 km/h sembra stia per esplodere e ti dà più la coscienza del rischio. Certo che se al Tux ci tiri dentro le marce diventa immensamente più pericolosa che, che so, una di ninja che trotterella a 3000 giri.

Apriamo un topic???

Avanti con le opinioni e le esperienze.

______________________________________

Più che un admin, una colf!

fabrizio1974
Offline
Joined: 2010/04/16
urka sono a metà tra

urka sono a metà tra l'onorato e lo spaventato!
io sostengo che vi siano moto più "sicure" e moto meno "sicure", laddove per sicure intendo un mix di
1. ergonomia (posizione di guida che rende il mezzo più facile da governare e più "comodo", frizione morbida, pedane alla giusta altezza, specchietti retrovisori ben sagomati e posizionati, manubrio largo, peso "contenuto" o cmq attorno al max ai 200 kg, maniglie comode per il passeggero)

2. facilità d'uso (ciclistica "sana", motore che gira senza strappi anche a pochi giri)
2.1 prestazioni facilmente gestibili: coppia erogata in maniera regolare, no necessità di centellinare la rotazione del polso destro pena il capottamento, no freni che inchiodano (come girava voce sul szuki gsr 600)

3. dotazioni di sicurezza: abs, controllo traz

--> lista approssimativa/perfettibile compilata velocemente mentre bolle la pasta:

moto in linea con questi "requisiti": v-strom, versys, transalp e similari; le bmw gs e le turistiche meno pesanti,
un pelino sotto la magg parte delle naked 600 moderne (hornet, CBF 600, yamaha xj6 o xjs non mi ricordo come si chiama; la gladius), la bonneville (sella dura, no abs), il bandit... insomma, avete presente le moto che riviste come insella spesso descrivono come "per principianti"?
ecco.

moto ragionevolmente in linea con questi "requisiti": le turistiche parabrezzate anche se un po' pesanti
un pelo sotto e le grosse jap nude come la cb1300, xjr 1200, bandit 1200

(seguono scale di grigio, ove posizionerei piuttosto in basso i "chopper" o come si chiamano vista la poszione di guida fatta apposta per ingrassare gli ortopedici)

moto non in linea con questi "requisiti": tutte le supersportive "da pista" e la maggior parte delle moto create appositamente per "stupire" (ducati diavel, streetfighter, yamaha vmax, suzuki hayabusa...)

vado a scolare la pasta

ruggibrante
ritratto di ruggibrante
Offline
Joined: 2011/02/07
conny ha scritto: Avanti con

conny ha scritto:

Avanti con le opinioni e le esperienze.

Non ho opinioni né esperienze essendo al mio primo mezzo Smile
Tuttavia tempo addietro mi ero imbattuto in un sito italiano che proponeva di classificare le moto secondo una serie di parametri oggettivi.
Si tratta del Vision Zero Motorcycle Safety Index.
Qui c'è una spiegazione dei principi teorici: http://www.visionzero.org/blog/vision-zero-motorcycle-safety-index/
E qui invece una tabella con un po' di moto indicizzate: http://www.visionzero.org/blog/wp-content/uploads/2009/08/vzi.pdf

Spero che sia uno spunto valido Wink

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Io se devo sciegliere tra

Io se devo sciegliere tra avere 50 cv. in più o 50 kg. in meno non ho dubbi e scelgo la seconda.
Il problema è che moto leggere non ce ne sono se non qualche moto specialistica e di nicchia,nella normale produzione il fattore peso non è ritenuto molto importante anche perchè costruire leggero costa tanto tantè che anche nelle medie cilindrate non è per niente raro sforare i 200 kg.,si preferisce di gran lunga la strada più facile,economica e attraente della potenza.
Più leggere=più sicure?Boh,magari no ma io il peso lo percepisco e se ce nè meno mi sento più a mio agio,fare strade veloci non mi piace,preferisco il misto medio-lento,insomma montagna,dove ti diverti di più con una moto leggera e svelta che non con un pachiderma anabolizzato.
Per lo stesso motivo preferirei una Elise/Speedster da 130 cv che non le tante finte sportive ben più cavallate ma anche ben più pesanti.

Conny se sei deciso verso una media naked a mio avviso prova la Street Triple

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
Penso che generalizzare sia

Penso che generalizzare sia come sempre poco sensato.

Aggiungo qualche parametro, che peró é applicabile, di caso in caso, in modo specifico sia a modelli piccoli che grandi. Servono solo a ragionare, non a sostenere una posizione o l' altra:

1. Una moto pesante, in moto, ha maggiore inerzia e questo la rende piú facile/meno performante in accelerazione e ripresa. Una moto leggera sará piú sensibile alla rotazione della manopola del gas, tenendo gli altri parametri costanti.

2. Ma una moto scattante si disimpegna piú rapidamente nelle condizioni critiche, e si ferma prima in frenata, a paritá di altre condizioni.

3. Un baricentro basso rende il peso poco influente in moto.

4. Una moto con passo corto reagisce meglio ai cambi di direzione, ció puó essere considerato un fattore di grandissima sicurezza. Ma reagisce piú velocemente anche a distrazioni, che perdona meno.

5. Una moto con "molta coppia" in genere, ma non sempre, ha molta coppia a partire da regimi piu'bassi e la conserva a lungo al salire del regime. Questo significa erogazione piu' lineare e prevedibile. E' ottimo per la sicurezza, secondo me. Ma é anche una moto, sempre in genere, che ha cubature alte, il che significa un marcato on-off al ruotare della manopola del gas, e questo vuol dire di nuovo molta, molta piú reattivitá da "subito" a regimi bassi. Meno "sicuro" perché perdona meno errori.
Ma, ancora, significa molto freno motore. Fattore di sicurezza volendo rallentare su fondi meno aderenti.

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
Volendo aggiungere la mia

Volendo aggiungere la mia personale esperienza con una CB 1300 che uso tutti i giorni, direi che l'aspetto piú faticoso da gestire é proprio l'on-off dell'acceleratore, naturale per un 1300. All'inizio mi spaventava. Ora é persino facile da gestire - ovviamente - ma ho dovuto prendere le misure, come si suol dire, ed imparare che se ruoto il GAS la spinta é forte, sempre, e se lo rilascio il freno motore é forte, sempre. Nel traffico, circondato da mezzi lenti, con grande inerzia, e guidati da distratti, ho dovuto imparare la pazienza (e sono un "fifone" tutt'altro che nervoso alla guida).

Se questo é un difetto, i pregi - per me, sia chiaro - sono infiniti. Il motore c' é sempre, da subito, non strattona mai, ma spinge sempre, moltissimo; é prevedibile, ma entusiasmante e flessibile. Fa quel che vuoi, quando vuoi, sempre. Aprire il gas senza intelligenza significa essere a 100 Kmh piú rapidamente di una 1000 supersportiva, ma aprire il gas con intelligenza (anche poca) e spirito di autoconservazione (anche poco) vuol dire avere un mezzo che fa quel che vuoi, esattamente, senza sorprese. Non hai vuoti o esplosioni di spinta ingestibili e quasi casuali. Ad oggi ritengo questo un vantaggio, sia in termini di sicurezza che di piacere di guida, senza pari.

Usata con un minimo di sale in zucca, é a mio avviso una moto molto sicura e saggia, e nonostante questo entusiasmante. Capisco che ad altri, con gusti diversi, possa non piacere affatto.

P.S.: Lo dico solo qui, a voi centinaia di lettori del forum, in confidenza. Mi concedo un piccolo sfizio infantile di cui non andar fiero, da quando ho la 1300. Bruciare i T-Max, al semaforo. Lo so, lo so, é sciocco e infantile. Ma prima di giudicarmi troppo duramente Smile, immaginate: voi siete fermi, al rosso, civilmente, con altre decine di moto e scooter, e vedete sopraggiungere il T-max usuale; si infila tra tutte le altre due ruote, con arroganza, spesso le a persino spostare, per raggiungere la riga bianca e superarla di un pezzo, convinto di essere il piú scattante al verde e dunque meritare di diritto la prima posizione al semaforo a discapito del prossimo e del codice; si mette di traverso, ti passa ad un millimetro pur di superarti, gli specchietti si sfiorano ma lui non fa nemmeno un cenno di scuse, invade l'altra corsia e costringerá gli altri, nella direzione opposta, ad aspettare che si tolga di mezzo, al verde, prima di poter partire.
Arroganza distillata ma all'ordine del giorno qui a Roma.
Ma poi scatta il verde, e con eleganza impietosa lo superate come fosse una bicicletta. La CB1300 gli dice senza gridare: "fatica inutile, T-Max; con permesso....", e gli gira intorno con agilitá vedendolo poi rimpicciolire negli specchietti che prima aveva lisciato di un millimetro.
Certo, é la glora infantile di un bambinone che dura qualche metro. Il semaforo successivo ci pone di nuovo uno accanto all'altro Laughing out loud Lo so, lo so... Ma nella giungla metropolitana di tutti i giorni sono (micro) soddisfazioni e bisogna pur trovare il lato divertente nelle piccole cose, no? Laughing out loud
Tutte le molte brave persone in T-Max mi perdonino. E' un bellissimo scooter, sfortunatamente cavalcato da troppi sciocchi. Smile E soprattutto, si scherza. Smile

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Solo sciocchi? Io li

Solo sciocchi? Io li chiamerei in altra maniera... Big smile

Se la butti sul tecnico ce ne sarebbe da discutere per anni,ad esempio solo sul baricentro ce nè da dire e non è detto che più basso è e meglio è,anzi negl'ultimi anni la tendenza è a un leggero rialzo del baricentro,e la centralità dei pesi?migliore nel bicilindrico e peggiore nei 4,e la posizione dell'attacco forcellone per il tiro catena?importantissimo secondo il mio solito amico mecca superbike.......alla fine ogni moto è un caso a sè,ma se dobbiamo dirla in 2 parole la sintesi è solo una,più peso più stabilità,meno peso più tenuta,o aderenza se preferite.

Anni fà avevo un kart,telaio 125 con motore YZ250,un ibrido da paura in teoria e sul dritto lo era visto i ben oltre 20 cv in più che avevo rispetto ai 100,peccato che quando arrivavo a una curva loro la facevano alla Automan e io sembrava che avessi un autoarticolato,i motivi erano 2,pilota brocco (il medesimo) e il peso dei 100 di molto più basso del mio kart obeso (non per colpa mia,io sono nella norma)........ho capito allora che il tempo sul giro non l'avrei mai fatto e così mi sono specializzato nella guida "spettacolo",sempre di traverso. Big smile

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
io e Taym non facciamo testo,

io e Taym non facciamo testo, in quanto siamo diventati possessori di CB1300. Una di quelle moto che ti fanno come dire dubitare sul concetto di "motoleggera".

Quoto in buona sostanza le argomentazioni di prof. Tammione. E sì, accelerando da 0 a 100 in poco più di 3 secondi, grazie all'ottima motricità dovuta al peso e all'impostazione ciclistica nonché alla frizione modulabile al millimetro, ci si può, volendo, lasciare dietro qualunque cosa con due o quattro ruote. Al netto di curve, dove la massa (e la mia incapacità + le gomme di legno) ti obbligano a riflettere prima di buttarsi in piega. E a cercare di percorrere comunque le volte con una certa circospezione.

Per assurdo ciò diventa un vantaggio. Difficilmente con una maxi ti schiaffi in curva come faresti con una agile supermotard o sportiva, o anche con uno scooter.

Inoltre godo del confronto in casa con la ottima Suzuki SV650. Uno dei più bei bicilindrici. 50 circa cv di meno e 60 almeno chili di meno. Però vai a pagare le qualità ciclistiche. Oltre alla tendenza all'on-off che può mettere in difficoltà il principiante. Una volta imparato a gestire la ruvidezza del bici a bassi regimi vai a scoprire che con la moto piccola e dall'ottimo motore, buoni freni, sospensioni scandalose, tendi a correre il doppio. Sarà che consuma la metà, o che la pienezza di erogazione, la facilità a salire di giri. La sensazione di agilità. Cose che ti portano a fare lo scavezzacollo. Mentre con la moto grossa non ti viene naturale.

Andrò per punti.

I vantaggi per la sicurezza della moto grossa (e per grossa intendo nuda o turistica di cilindrata alta, fascia premium... le sportive le lascio da parte).

1. Ciclistica superdimensionata
2. Motore (spesso) più pastoso
3. Meno tendenza a salire di giri e tirare le marce
4. Condizionamento psicologico a essere prudenti causa peso e dimensioni
5. Reazioni telefonate (ma quando ci sono diventano ingestibili...)
6. Se è naked limite "naturale" alla velocità di crociera (non accade con le carenate)
7. Passeggiando la ciclistica perdona tutto, è confortevole, limitato uso del cambio quindi maggior concentrazione e relax
8. Per assurdo il consumo mostruoso di certe maxi (tipo la mia) spinge a camminare con un filo di gas snocciolando le marce. La coppia poderosa aiuta a non soffrire la guida in surplesse, perché comunque c'è sempre spinta.

Veniamo ora alla moto piccola (io mi son fatto le ossa su una Pegaso 50, parto da qui e metto qualche idea, vista la mezza idea di fare downsizing).

1. Peso minore = meno imbarazzi nel traffico
2. Se ben progettata limitato sforzo fisico
3. I limiti arrivano presto (spesso), abituando al senso di pericolo
4. Freni e sospensioni economiche insegnano a guidare in modo pulito ed ad anticipare molto eventuali ostacoli
5. Eventuali smanacciate sul gas non sono pericolose
6. Il motore se molto piccolo va molto poco, limitando giocoforza le prestazioni
7. Il basso consumo permette grandi percorrenze e quindi esperienza con spesa limitata
8. Eventuali modifiche sospensioni di freni (presto legalizzate), sospensioni e gomme (sostituzione con modelli pregiati) non costano un patrimonio su moto piccole (anche se spesso più del valore del veicolo...), quindi si può migliorare la tenuta di strada.

Lascio a voi scovare gli svantaggi delle diverse soluzioni. Integrare, contestare... ecc.

Poi se vogliamo ci sono le ipersportive... Chissà? Forse guidate con tatto possono essere molto sicure. Anche se credo sia difficile andarci piano. E poi le custom, che possono ricadere in entrambe le categorie, le quali soffrono spesso di avantreno poco carico che nelle frenate di emergenza vola via. Vero è che con una custom uno va piano per forza...

Insomma, prendendo i singoli casi tutto è ammissibile. Ma vista la penuria di piccole cilindrate di qualità, riflettiamo se è un peccato (ad esempio le 250 e 400 giapponesi con ciclistica "da grande" mi fanno una gola...), e cerchiamo un po' di capire se ha un senso spingere verso moto "piccole"... Io personalmente non ne ho un'idea chiara, spesso penso che con una moto piccola sarei molto più delinquente che col cb...

(Fra parentesi non sono convinto sulla Er-6... i test hanno spesso rilevato l'inadeguatezza del suo sistema frenante - problemi dell'economia dei componenti. Niente da dire su motore, ciclistica, facilità. Se non fosse orrenda...)

______________________________________

Più che un admin, una colf!

miguelx74
ritratto di miguelx74
Offline
Joined: 2009/11/20
Taym ha scritto: P.S.: Lo

Taym ha scritto:

P.S.: Lo dico solo qui, a voi centinaia di lettori del forum, in confidenza. Mi concedo un piccolo sfizio infantile di cui non andar fiero, da quando ho la 1300. Bruciare i T-Max, al semaforo. Lo so, lo so, é sciocco e infantile. Ma prima di giudicarmi troppo duramente Smile, immaginate: voi siete fermi, al rosso, civilmente, con altre decine di moto e scooter, e vedete sopraggiungere il T-max usuale; si infila tra tutte le altre due ruote, con arroganza, spesso le a persino spostare, per raggiungere la riga bianca e superarla di un pezzo, convinto di essere il piú scattante al verde e dunque meritare di diritto la prima posizione al semaforo a discapito del prossimo e del codice; si mette di traverso, ti passa ad un millimetro pur di superarti, gli specchietti si sfiorano ma lui non fa nemmeno un cenno di scuse, invade l'altra corsia e costringerá gli altri, nella direzione opposta, ad aspettare che si tolga di mezzo, al verde, prima di poter partire.
Arroganza distillata ma all'ordine del giorno qui a Roma.
Ma poi scatta il verde, e con eleganza impietosa lo superate come fosse una bicicletta. La CB1300 gli dice senza gridare: "fatica inutile, T-Max; con permesso....", e gli gira intorno con agilitá vedendolo poi rimpicciolire negli specchietti che prima aveva lisciato di un millimetro.
Certo, é la glora infantile di un bambinone che dura qualche metro. Il semaforo successivo ci pone di nuovo uno accanto all'altro Laughing out loud Lo so, lo so... Ma nella giungla metropolitana di tutti i giorni sono (micro) soddisfazioni e bisogna pur trovare il lato divertente nelle piccole cose, no? Laughing out loud
Tutte le molte brave persone in T-Max mi perdonino. E' un bellissimo scooter, sfortunatamente cavalcato da troppi sciocchi. Smile E soprattutto, si scherza. :)

che grande che sei!!! Grade
aggiungerei pure quelli con l'sh 300.... Con te forse non competono, con me ci provano.. Smile
Se sono modificati/elaborati mi fregano se no rimangono dietro.. Big smile

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
miguelx74 ha scritto:che

miguelx74 ha scritto:
che grande che sei!!! Grade
aggiungerei pure quelli con l'sh 300.... Con te forse non competono, con me ci provano.. Smile
Se sono modificati/elaborati mi fregano se no rimangono dietro.. :bigsmile:

Smile Devo solo girare la manopola del gas. Saprebbe farlo una scimmia ammaestrata. Non ho nessun merito. Il merito è della cubatura Laughing out loud .

Ad ogni modo purtroppo hai ragione, se il T-Max è un'icona, in generale alcune tipologie di mezzi, pur bellissimi (scooteroni, supersportive, alcune Harley), attraggono il cafone. E' triste, ma che ci dobbiamo fa'? Smile
E lo dico essendo il primo che, se avessi la disponibilità, comprerei una moto per ogni genere... Smile

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Mago
Offline
Joined: 2010/02/18
Taym ha scritto: P.S.: Lo

Taym ha scritto:

P.S.: Lo dico solo qui, a voi centinaia di lettori del forum, in confidenza. Mi concedo un piccolo sfizio infantile di cui non andar fiero, da quando ho la 1300. Bruciare i T-Max, al semaforo. Lo so, lo so, é sciocco e infantile. Ma prima di giudicarmi troppo duramente Smile, immaginate: voi siete fermi, al rosso, civilmente, con altre decine di moto e scooter, e vedete sopraggiungere il T-max usuale; si infila tra tutte le altre due ruote, con arroganza, spesso le a persino spostare, per raggiungere la riga bianca e superarla di un pezzo, convinto di essere il piú scattante al verde e dunque meritare di diritto la prima posizione al semaforo a discapito del prossimo e del codice; si mette di traverso, ti passa ad un millimetro pur di superarti, gli specchietti si sfiorano ma lui non fa nemmeno un cenno di scuse, invade l'altra corsia e costringerá gli altri, nella direzione opposta, ad aspettare che si tolga di mezzo, al verde, prima di poter partire.
Arroganza distillata ma all'ordine del giorno qui a Roma.
Ma poi scatta il verde, e con eleganza impietosa lo superate come fosse una bicicletta. La CB1300 gli dice senza gridare: "fatica inutile, T-Max; con permesso....", e gli gira intorno con agilitá vedendolo poi rimpicciolire negli specchietti che prima aveva lisciato di un millimetro.
Certo, é la glora infantile di un bambinone che dura qualche metro. Il semaforo successivo ci pone di nuovo uno accanto all'altro Laughing out loud Lo so, lo so... Ma nella giungla metropolitana di tutti i giorni sono (micro) soddisfazioni e bisogna pur trovare il lato divertente nelle piccole cose, no? Laughing out loud
Tutte le molte brave persone in T-Max mi perdonino. E' un bellissimo scooter, sfortunatamente cavalcato da troppi sciocchi. Smile E soprattutto, si scherza. :)

chissà perchè quando mi trovo ad incrociare un t-max, la maggior parte delle volte, è guidato da arroganti incivili, misteri del traffico romano...

dopo questa tua confessione bhe...

Taym Regna!!! ---> Crown

frabiker (non verificato)
prova a fare la stessa cosa

prova a fare la stessa cosa contro una Aprilia RSV4 o con una Aprilia Tuono
almeno lo fai con una moto pari cilindrata. Poi dimmi il risultato Laughing out loud

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
frabiker ha scritto:prova a

frabiker ha scritto:
prova a fare la stessa cosa contro una Aprilia RSV4 o con una Aprilia Tuono
almeno lo fai con una moto pari cilindrata. Poi dimmi il risultato :-D

Mi spiace frabby, ma nei primi metri grazie al maggior peso e alla motricità il CB è davanti o comunque siamo lì. Comunque aprire l'acceleratore con una moto come la nostra è un gioco che si fa per scrollarsi i pirla... non è certo una gara.

Il fatto è che la partenza al semaforo con una moto grossa e pesante si può fare in tranquillità e facilità, per poi lasciare subito il gas... Farlo con una supersportiva il rischio è di mettersela per cappello subito... è molto più pericoloso.

Il fatto di poter accelerare senza reazioni spaventose o senza dover tirar il collo al propulsore io lo metto fra le caratteristiche di sicurezza delle moto grosse (e anche però un pericolo, se si raggiungono velocità elevate senza accorgersi)

______________________________________

Più che un admin, una colf!

frabiker (non verificato)
ahahaaha Conny, non mi dire

ahahaaha Conny, non mi dire che stai provando a dire che la CB e` tecnicamente migliore di una Aprilia Tuono o RSV4? Laughing out loud
nemmeno il piu` sfegatato hondista arriverebbe a tanto.

Fra Tuono o RSV4 e CB 1300 non c`e` ombra di dubbio che la CB viene stracciata,
si possono appaiare in partenza ma i dolori vengono quando iniziano le curve, la CB
viene umiliata letteralmente. Sul dritto? pure, ma e` il dato meno interessante. Aprilia offre maggiore sicurezza a parita` di velocita` in: inserimento, percorrenza, uscita, non fa differenza, superiore in tutto e tecnicamente piu` evoluta. Come la giri la giri.

Senza considerare i supporti elettronici. Perche` altrimenti....ciao.
Cito dal sito Aprilia:
AWC: stabilità alle massime accelerazioni
Poter sfruttare il massimo potenziale motoristico delle moderne superbike senza perdere nemmeno un cavallo è un desiderio di molti piloti. Con il sistema AWC (Aprilia Wheelie Control) Aprilia è riuscita ad ottenere un risultato straordinario. Grazie al brevetto esclusivo Aprilia sul sistema Wheelie Detection l’AWC è in grado di “capire” quando inizia e finisce un’impennata e agisce di conseguenza per accostare dolcemente la ruota anteriore a terra. La gestione dell’impennata è continua e “soffice”, non ci sono tagli bruschi o riprese di potenza violente, ma solo una perfetta gestione dell’accelerazione. Anche il sistema AWC si attiva dal cruscotto ed è regolabile in modo indipendente dagli altri controlli su tre livelli d’intervento, assecondando così al meglio le esigenze del pilota.
--------------

Parliamo di sicurezza?
Sicuramente le Aprilia sono ottime (tutte le moto Aprilia) perche` riesci a chiuderci anche traiettorie impossibili, figuriamoci quelle possibili, sono maneggevoli, ed e` una dote di sicurezza. Frenano bene e hanno dei comportamenti fedeli e sinceri che aiutano il pilota. Anche scendendo di listino, vedi Mana GT ABS ecc.. Io piu` che alla cilindrata o al peso,
guarderei a che moto e`. Ci sono scooter o moto che a parita` di peso o cilindrata sono o dei catorci pericolosi o dei mezzi sicuri e divertenti.

La CB e` una bella belva pero`. Non stento a credere che in accelerazione sia un mostro,
cavolo e` pur sempre un 1300 di cilindrata le due belve di Noale sono dei 1000,
ma fanno la differenza.

Comunque io do supporto maggiormente alle medie cilindrate.

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
frabiker ha scritto:ahahaaha

frabiker ha scritto:
ahahaaha Conny, non mi dire che stai provando a dire che la CB e` tecnicamente migliore di una Aprilia Tuono o RSV4? Laughing out loud
nemmeno il piu` sfegatato hondista arriverebbe a tanto.

Laughing out loud No, Frabiker, sta dicendo che una CB1300 in accelerazione al semaforo batte sui tempi pressoché qualsiasi supersportiva attuale, di tanto o poco che sia. E questo é naturale, non una gara a chi ce l'ha piú potente: una supersportiva non ha coppia ai bassi regimi. E' cosí per progetto Fra, per poter avere piú potenza agli alti. Non appena la supersportiva entra in coppia riprende e supera la CB, per cui non essere triste e soprattutto ti tranquillizzo: non volevo entrare in competizione con un tuo mito. Smile

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
EHEH! ... mi schianto! Fra

EHEH!

Laughing out loud... mi schianto!

Fra prima di inneggiare ai tuoi miti dovresti provarli. Te forse sei piccoletto e ci stai, ma un normolineo al secondo semaforo su una Tuono o peggio ancora su una RSV4 prendi, la smonti, e gli dai fuoco.

Vogliamo parlare di ergonomia?

Comunque, Tammione. Te hai avuto la ottima CB500 (ci sto facendo un pensierino), e quindi la eccelsa CB1300.

Media-piccola bicilindrica (consigliatissima ai dilettanti) vs big four. Ricordo di aver letto le tue impressioni nella differenza fra i due mezzi.

Ora ti chiedo un rapido sunto sulle impressioni di guida nell'ottica della sicurezza.

Ovviamente invito anche gli altri a esporre le differenze che hanno notato secondo la loro esperiena (parliamo se vogliamo anche di scooter).

______________________________________

Più che un admin, una colf!

frabiker (non verificato)
Sono quasi 1,80chiunque ci

ah ecco, ora cambiamo discorso e parliamo di ergonomia, o di estetica o di colorazioni?
Laughing out loud e no .......

Sono quasi 1,80
chiunque ci metti sopra, ti dice le stesse cose che ti ho detto io;
se ha un minimo di obiettivita`. Credo che dovunque tu provi, pista, citta`, montagna, mare, pianura, salita, tornanti stretti, larghi, veloci lenti, la CB prende paga, ora potranno partire appaiate, ecco magari quello puo` essere anche se dubito ma diamolo per buono, ma all`arrivo vincono le Aprilia, per il semplice fatto che hanno doti di maneggevolezza migliori e sicurezza fra le curve senza paragoni con la Honda.

Questo e` un dato di fatto. E probabilmente a Taym questo non frega nulla, un 1300 e` una belva per forza, ed e` giusto che ognuno si scelga la moto che piu` gli piaccia, ma se vogliamo parlare di caratteristiche tecniche, diamo a Cesare cio` che e` di Cesare.

La RSV4 e` una SS estrema da 180 cv, non certo una moto per stare fermi al semaforo. Quindi e` normale che abbia una posizione sacrificata. La Tuono si guida piu` rilassati, uno che vuole la comodita` prende la Mana GT ABS , non di certo una pistaiola RSV4. E comunque il 1000 di casa Noale e` superiore alla CB, fra le curve, puoi fare tutte le prove che vuoi. In ripresa i primi metri magari si appaiano, ma dopo ciao, non si puo` competere. Su questo mi spiace dirtelo, ma a Noale sanno lavorare meglio.

Se una moto ha impianto frenante perfetto (magari con ABS), ha un pacchetto telaio-ciclistica (che sta nel DNA del progetto) ottimo, in frenata non si sbilancia non ha inerzie strane o scomponimenti clandestini, riesce a chiudure le linee piu` delle altre moto, riesce ad essere buttata dentro nelle curve con meno sforzo garantendo piu` sicurezza in tutte le fasi e garantendo il cambio repentino o la correzione di sbavatura in maniera millimetrica
(e questo non e` per nulla scontato, alcune moto sembra che navighino) allora quella per me e` una moto sicura. Qualunque cilindrata abbia. Sentivo un tecnico Aprilia (non di persona) diceva che pochi mm di differenza nella posizione del motore possono cambiare tutto l`assetto, questo per far capire la complessita` che sta dietro a fenomeni che noi ignoriamo completamente, e per i quali c`e` chi vince i mondiali SBK Wink o produce le moto che poi in sella fanno la differenza.

Se mi costringessero ad entrare in una curva ai 200 km/h e mi dicessero scegli la moto piu` sicura fra il CB e una Tuono, penso che solo un folle prenderebbe il CB. La reattivita` di una Tuono poi non ha paragoni. Aprilia da questo punto di vista ha sempre dimostrato di avere qualcosa in piu`. Con i dovuti riconoscimenti su modelli specifici di alcune case motociclistiche.

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
La CB1300 sarà sicuramente

La CB1300 sarà sicuramente tra le più scattose ma che possa mangiarsi di tutto dovrei prima vederlo coi miei occhi,in ogni caso non penso sia granchè importante,è gratificante piuttosto nel caso accennato del Tmax ma vi ricordo che basta anche un mono 600 di quelli prestanti per lasciare al palo il megascooter,non è che ci voglia chissachè.
Il fatto è che alla prima curva la questione potrebbe ribaltarsi col ritrovarvi il Tmax che vi spinge e chiede strada,lascio a voi decidere quale delle 2 cose sia più umiliante.Non che sia una questione dovuta alla CB,piuttosto dipende da chi ci stà sopra.
Ipotizzo il mio uso nel caso avessi una CB o similare (che potrebbe pure essere la Griso che conosco e uso già),senza dubbio non avrei problemi sul dritto e sono sicuro che mi diverterei,il problema nasce quando arrivano le curve,peso e dimensioni mi metterebbero subito sulla difensiva,cosa che mi succede con la Griso,col risultato che andrei sempre piano......stà in questo la sicurezza?per me no,prima o poi mi toglierò lo sfizio di fare qualche curva allegra e allora cosa succederà?più che dalla moto dipende da chi ci stà sopra,se hai doti,esperienza,forma fisica sopra la norma non sarà un problema gestire anche una musclebike,se sei nella norma o anche sotto come credo sia io può essere che qualche problema lo avrai e che se si presenta maledirai la scelta della musclebike.Mettiamoci poi che io la userei sempre e non solo d'estate,freddo,pioggia,asfalti sozzi non credo siano il terreno ideale per quelle moto,io sarei sempre sul chi và là.
Anche sulla ciclistica non è che per caso voi la CB la sentite perfetta per il semplice fatto che non la sfruttate mai?Scommeto che uno che sà usarla sportivamente i difetti li trova e un kit forche glielo mette......proprio come per la SV che è molto più facile portarla al limite e che quindi molti di più ne decanteranno i difetti,che poi abbia sospensioni scarse è strarisaputo,anche questa moto è passata per casa mia e anche la Monster 600 che quanto a sospensioni era messa decisamente meglio,però il confronto col motore SV era da ridere,ma guardate che con un kit forche la SV migliora tanto e se poi cambi anche il mono allora di difetti non ne ha più.
In conclusione credo che la moto sicura sia quella che più si addice alle tue doti di guida,se sei brocco come me prendi una moto per brocchi e lascia stare le esagerazioni.

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
conny ha scritto:EHEH! ... mi

conny ha scritto:
EHEH!

Laughing out loud... mi schianto!

Fra prima di inneggiare ai tuoi miti dovresti provarli. Te forse sei piccoletto e ci stai, ma un normolineo al secondo semaforo su una Tuono o peggio ancora su una RSV4 prendi, la smonti, e gli dai fuoco.

Dovremmo sfidare il nsotro Frabiker su una RSV4 al semaforo. Certo, dopo 100m ci riprende e supera a razzo, ma per allora sará giá incavolato nero. Laughing out loud

Fra, si scherza, eh? E' che a leggerti mi sembra di tornare ad 11 anni, e torno a chiedermi chi vincerebbe se la USS Enterprise dovesse scontrarsi con la Morte Nera.... Mmmh... Laughing out loud

Citazione:

Comunque, Tammione. Te hai avuto la ottima CB500 (ci sto facendo un pensierino), e quindi la eccelsa CB1300.

Media-piccola bicilindrica (consigliatissima ai dilettanti) vs big four. Ricordo di aver letto le tue impressioni nella differenza fra i due mezzi.

Ora ti chiedo un rapido sunto sulle impressioni di guida nell'ottica della sicurezza.

Ovviamente invito anche gli altri a esporre le differenze che hanno notato secondo la loro esperiena (parliamo se vogliamo anche di scooter).

Ti dico cosa penso cosí, su due piedi. Naturalmente se hai domande specifiche chiedi pure.

Piú sicura la 1300, Conny.

Trovo la CB500 una moto molto equilibrata e godibile, ma tieni presente che é di varie generazioni piú vecchia. I punti a favore sono ovviamente il peso (esclusivamente da fermo, solo 185Kg) e l'assenza di on-off. Ed i consumi, altrettanto ovviamente.

A parte questo, hai tutto da perdere, anche in termini di sicurezza.
La 1300 é molto piú agile, persino in cittá e nel traffico. La vulgata vuole la CB500 come una moto ottima in cittá, e per molti versi é vero, ma ha una ciclistica molto piú vecchia della CB1300.
Scende meno rapidamente in piega, é meno reattiva ai cambi di direzione.
Ha gomme strette e meno performanti, ed in curva si sente anche senza spingere.
Vibra il triplo, come ovvio avendo un bicilindrico.
Ti ritrovi senza spia della riserva, e finirai per usare il romantico conta km meccanico parziale per farti un'idea di quanto carburante hai. Con un pieno facevo dai 200 ai 260Km, a seconda della guida.
Tornerai al carburatore. Certo, il motore Honda parte "sempre", ma nei giorni pi'u freddi dovrai giocare con l'anticipo.
Il faro é potente un terzo di quello della 1300. Di notte e' una vera seccatura. Io ero ormai deciso a fare qualcosa per rimediare, ma poi ho compraro appunto una nuova moto.

La sella e' comoda, ma molto meno di quella della CB1300. Ci si stanca prima.

La frenata, al paragone, modesta. Nel caso compra una CB500 dal 98 in poi, che ha dischi anche dietro e questo cambiamento fece migliorare sensibilmente la frenata complessiva.

La posizione di guida é grossomodo come la 1300 nella sua configurazione piú sportiva (spostando il manubrio in avanti), per cui, se preferisci una posizione piú eretta, tienine conto.

Ma, se la scegliessi, l'amerai, secondo me, perché é stretta ed ergonomica, e come si sul dire ti calza come un guanto. Tutto nella CB500 ha un sapore classico ed "eterno". La strumentazione, il rumore, la linea. Quest'ultima, poi, secondo me é bellissima, e se ho capito i tuoi gusti anche tu la troverai elegantissima. E' anche quella una linea - secondo me, sia chiaro - eterna. La guardo ora e so che é degli anni 90, eppure é bellissima ancora adesso.

Ah, non avrai led ma lampadine, e riprenderanno a fulminarsi. L'acqua e la condensa si infiltrerá nelle frecce e nei fari posteriori, e tornerai a fare un po'di manutenzione spicciola per correggere queste piccole imperfezioni. Magari a te piace. A me non sempre. Di grandi difetti, invece, nemmeno l'ombra. Smile

Io ho ancora la mia CB500. Se vuoi fare un salto qui te la faccio vedere e provare Smile .

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

frabiker (non verificato)
Taym a me leggere te che

Taym a me leggere te che sfidi quelli col T-Max pare di essere tornato a 11 anni Laughing out loud
pero` non te ne faccio una colpa, in fondo non fai nulla di cosi` pericoloso, conoscendoti.
quindi fai bene a divertirti.

CB-isti, Hondisti, siate imparaziali ed accettate la realta` dei fatti.
nessuno vi tocca i vostri bolidi. Ma date a Cesare cio` che e` di Cesare.
Soprattutto per dimostrare la vostra onesta` intellettuale.

Saluti.

Cb-isti Se udite un Tuono a ciel sereno e non capite cosa sia, nel pieno di una curva, fatevi da parte...avete una Tuono dietro al culo che vi sta sverniciando agevolmente. Laughing out loud
http://www.youtube.com/watch?v=8XEXcUX0mwc&feature=channel

Ovviamente in strada non si corre, ma se siete in pista, ricordatevi delle parole di FraBiker, e dedicatevi al mototurismo...con piu` soddisfazione. So che lo sapete, l`unico che non ammette e` l`admin del forum. Ma va bene lo stesso. Comunque ribadisco anche fra una Er6n ed una Mana per esempio, ritengo piu` sicura la seconda. Sempre per lo stesso discorso. E la Er6n l`ho provata, e sinceramente fra le curve mi da piu` soddisfazione e trovo piu` preciso il mio SportCity 200 (ho detto tutto). Questo per evitare di parlare solo di moto estreme e al top mondiale.

http://www.youtube.com/watch?v=pvU0Vj3ACss&feature=channel

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Non avevo mai fatto caso allo

Non avevo mai fatto caso allo scarico della nuova Tuono,un foro d'uscita più piccolo no?sembra stitica. Big smile
Frà comprala,poi quando ti sei stufato di bruciare i CBisti ti aspetto ai piedi del Grappa con una SVX 4.5 di quelle "giuste" e vediamo chi arriva sù prima. Crazy

frabiker (non verificato)
haahaha ma no, secondo me

sara` stitica, ma se gli dai gas ti fa andare di corpo subito Laughing out loud
haahaha ma no, secondo me ognuno si deve scegliere il mezzo secondo propri pensieri.
Ti posso dire che io di un 1000 non so che farmene. Per quanti giri turistici possa fare, non ho mai avuto il bisogno di qualcosa di piu`. Avevo questa necessita`maggiore quando avevo il 125 (mi stava stretto) ma ora non ce l`ho piu`, trovando un mezzo che mi piace.

non e` un problema di soldi,
perche` sull`usato di sono ottime moto che costano poco. La liberta` che mi da il mio mezzo la trovo irrinunciabile. Pensa che mi posso caricare pure una 2 seconds decathlon col volume che occupa...e altri bagagli. Spendo poco di tutto, e la cosa mi piace.
In 2 ha la coppia-potenza che mi serve, e avanza pure. Come velocita` massima, non la sfrutto....se non le poche volte che vado in autostrada.
E fra le curve e` divertente sicuro e preciso al vertice della sua categoria, pure sotto la pioggia ha una frenata magnifica e dosabile. Con vecchio 125 (Piaggio) avevo espresso perplessita` sulla sicurezza in frenata e su bagnato, sebbene andasse benone ad oltre 45 mila km, ora questi problemi non ci sono piu`.

La sicurezza dipende dal modello/marca che uno acquista, da valutare caso per caso.

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
Oddio, non voleva essere una

Oddio, non voleva essere una gara di celodurismo.

Volevo parlare della questione "a parità di uso meglio -come sicurezza- una moto grossa o una moto piccola?".

E' ovvio che in pista una sportiva dà la paga a una maxinaked, e che una motard dà la paga a tutti fra i tornanti corti. Ma io parlo nell'uso normale, gite, turismo, città.

Per Taym che ha ancora il CB 500 e detiene anche il CB 1300, sostiene che nonostante il peso maggiore, grazie alla migliore ciclistica si sente più sicuro anche nell'uso cittadino col CB. Ovvero, ferme restando le doti della 500, freni sospensioni e telaio sono un plus per la sicurezza a prescindere dall'avere il doppio di cv e 60 kg in più.

Per Cristian invece è decisamente una moto piccoletta e leggera, diciamo per una sorta di timore anche psicologico verso le moto "grosse", non si fida al idea di dover gestire 250 kg in situazioni di scarsa aderenza. Un'idea che spesso condivido, quando sento il desiderio di qualcosa di VERAMENTE leggero. Avere però 200 kg e una ciclistica peggiore non vale lo scotto. Per leggero intendo 150 kg. Ecco, ci vorrebbe una Borile, e so che qui saremmo d'accordissimo. O un KTM 690. Ma son davvero mezzi più sicuri, o la "leggerezza" può portare a guidare da criminali???
Però è anche vero che queste moto molto leggere hanno motori magari più bruschi, non hanno l'abs, e solo modelli rari e molto costosi hanno una ciclistica all'altezza.

[Aneddoto: per correttezza di informazione, dovreste però provarla, il CB 1300. Probabilmente cambiereste idea sul mondo del motociclismo. Non è una sportiva, va guidata in modo rotondo, consuma tanto, ha sospensioni tradizionali, per avere il top bisognerebbe mettere dietro gli Ohilins e davanti olio a una gradazione un po' più densa nelle forcelle.... Però è una moto a cui dai subito del tu. Se non acceleri ad asfalto freddo e umido e moto piegata - derapata assicurata - è estremamente gentile. E comunque le derapate sono controllabilissime. A parte quella volta che voleva scalciarmi dalla sella Tongue .... Comunque l'ho portata sull'erba bagnata nei campi, sulla terra, piccoli sterrati, e anche sulla neve. Anche nelle situazioni più gravose si mette in prima senza accelerare e sfrizionare e va. Cosa non fattibile con qualunque altra moto stradale da 250 kg, di certo non con la RSV4. Sul discorso accelerazione è solo lo spunto iniziale, il motore così grosso è lentissimo a salire di giri rispetto a cose più sportive, però non impenna, non sgomma troppo, è pesante, la frizione modularissima... staccare moto più sportive proprio nei primi metri è fattibile per la dolcezza di erogazione... ovvio che poi anche una 600 va via. Non è una gara, fra i tornanti qualunque moto mi va via, compresa la SV nonostante le sospensioni di serie... anche perché io sono una schiappa. Un CB1300 con un buon manico sopra è un osso duro su strade normali, e infatti ha vinto l'Alpen Master, come la BMW R1200R o la VStrom. Non avere i soldi per fare un bel tagliandone e cambiare le gomme mi piange il cuore e mi vedo ad usarla troppo poco. ]

La posizione di Frabiker sinceramente non l'ho capita Smile. Se ti piace tanto la Tuono però dovrebbe comprarsela e poi parlare con i dati dell'esperienza. Fare i fanboy di qualcosa che non si conosce non vale!

Comunque io in teoria, sostengo che il top sarebbe poter scegliere moto piccole ma con una ciclistica adulta, cioè che regalano il piacere di guida senza i costi e i timori reverenziali. Ma soprattutto un ingresso abbastanza graduale.

Si vede troppa gente che guida la moto solo qualche week end e pomeriggio estivo con bolidi che vanno troppo, che curvano troppo, che frenano troppo.

Io ci vado in moto d'inverno a volte. E spesso sono l'unico. E mi domando dove diavolo sono tutti i BMW GS 1200 che vendono... che spesso si vedono con sopra il panzone in mocassini.

Per dire che chi fa un uso sporadico della motocicletta o un uso cittadino è spinto dalla MODA e dal mercato a salire su oggetti che trovo esagerati. Purtroppo le statistiche mi danno amaramente ragione.

Per favore basta polemiche con l'admin e off-topic. Piuttosto va bene anche il confronto nel mondo scooter. Gli scooter più grandi sono più sicuri?

______________________________________

Più che un admin, una colf!

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
frabiker ha scritto:sara`

frabiker ha scritto:
sara` stitica, ma se gli dai gas ti fa andare di corpo subito Laughing out loud
haahaha ma no, secondo me ognuno si deve scegliere il mezzo secondo propri pensieri.
Ti posso dire che io di un 1000 non so che farmene. Per quanti giri turistici possa fare, non ho mai avuto il bisogno di qualcosa di piu`. Avevo questa necessita`maggiore quando avevo il 125 (mi stava stretto) ma ora non ce l`ho piu`, trovando un mezzo che mi piace.

non e` un problema di soldi,
perche` sull`usato di sono ottime moto che costano poco. La liberta` che mi da il mio mezzo la trovo irrinunciabile. Pensa che mi posso caricare pure una 2 seconds decathlon col volume che occupa...e altri bagagli. Spendo poco di tutto, e la cosa mi piace.
In 2 ha la coppia-potenza che mi serve, e avanza pure. Come velocita` massima, non la sfrutto....se non le poche volte che vado in autostrada.
E fra le curve e` divertente sicuro e preciso al vertice della sua categoria, pure sotto la pioggia ha una frenata magnifica e dosabile. Con vecchio 125 (Piaggio) avevo espresso perplessita` sulla sicurezza in frenata e su bagnato, sebbene andasse benone ad oltre 45 mila km, ora questi problemi non ci sono piu`.

La sicurezza dipende dal modello/marca che uno acquista, da valutare caso per caso.

Bene, questa risposta è calzante! Grade

______________________________________

Più che un admin, una colf!

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
RSV4 Rulez Big Time Bro!

frabiker ha scritto:
Taym a me leggere te che sfidi quelli col T-Max pare di essere tornato a 11 anni :-D

... non trovo il soggetto, Fra, ma prometto che la prossima volta consiglierò allo scooterista cafone di comprare invece una RSV4!

Un abbraccio Laughing out loud

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

fabrizio1974
Offline
Joined: 2010/04/16
Quanto avete scritto ragazzi!

Quanto avete scritto ragazzi! bene, mi piace Smile

Taym ha scritto:
Penso che generalizzare sia come sempre poco sensato.

vero, però si cercava di mettere a punto dei parametri utili per fare valutazioni sensate

Taym ha scritto:

Aggiungo qualche parametro, che peró é applicabile, di caso in caso, in modo specifico sia a modelli piccoli che grandi. Servono solo a ragionare, non a sostenere una posizione o l' altra:

1. Una moto pesante, in moto, ha maggiore inerzia e questo la rende piú facile/meno performante in accelerazione e ripresa. Una moto leggera sará piú sensibile alla rotazione della manopola del gas, tenendo gli altri parametri costanti.

Verissimo. Non è però il caso della CB1300, che pesa circa il 30% in più della hornet, ma ha una coppia che è quasi il doppio (o almeno l'80% in più), a 4 o 5mila giri in meno.
Che è tra l'altro una cosa positiva, eh, per intenderci.
Se la massa della moto fosse tale da creare un'inerzia che si "mangia" le prestazioni del motore, allora avresti in mano una moto fiacca e pesante.
L'inerzia (data da 50-60 kg in più) è invece un problema nei cambi di direzione (in generale la moto è meno agile e più "muccona").

Taym ha scritto:

2. Ma una moto scattante si disimpegna piú rapidamente nelle condizioni critiche, e si ferma prima in frenata, a paritá di altre condizioni.

concordo

Taym ha scritto:

3. Un baricentro basso rende il peso poco influente in moto.

concordo in parte, senza dubbio abbassare il baricentro è lo stratagemma usato pere rendere le moto più gestibili, il peso resta quello (per esempio quando freni, quando sposti la moto "di braccia"...)

Taym ha scritto:

4. Una moto con passo corto reagisce meglio ai cambi di direzione, ció puó essere considerato un fattore di grandissima sicurezza. Ma reagisce piú velocemente anche a distrazioni, che perdona meno.

concordissimo

Taym ha scritto:

5. Una moto con "molta coppia" in genere, ma non sempre, ha molta coppia a partire da regimi piu'bassi e la conserva a lungo al salire del regime. Questo significa erogazione piu' lineare e prevedibile. E' ottimo per la sicurezza, secondo me. Ma é anche una moto, sempre in genere, che ha cubature alte, il che significa un marcato on-off al ruotare della manopola del gas, e questo vuol dire di nuovo molta, molta piú reattivitá da "subito" a regimi bassi. Meno "sicuro" perché perdona meno errori.
Ma, ancora, significa molto freno motore. Fattore di sicurezza volendo rallentare su fondi meno aderenti.

una moto con tanta coppia è una moto goduriosa, quando uno ci ha fatto la mano e la usa con prudenza, dona sicuramente emozioni non comparabili a quelle di una moto che dev'essere tirata fino a ottantamila giri

fabrizio1974
Offline
Joined: 2010/04/16
conny ha scritto: O un KTM

conny ha scritto:
O un KTM 690. Ma son davvero mezzi più sicuri, o la "leggerezza" può portare a guidare da criminali???

i risvolti psicologici sono interessanti

conny ha scritto:

[Aneddoto: per correttezza di informazione, dovreste però provarla, il CB 1300.

volentieri!!! è un'offerta???? accetto!

Mago
Offline
Joined: 2010/02/18
troppo fica sta

troppo fica sta discussione...
a volte ci definiscono fissati della sicurezza ( e facciamo benissimo ad esserlo ) ma siamo pur sempre motociclisti e basta toccarci il nostro destriero che ecco iniziano le gare da bar...
"la mia fa da 0 a 200 in mezzo decimo di secondo" (manco lo shuttle)
"la mia invece piega a più di 90°" (azz, entri nell'asfalto?)
"la mia ha le lame rotanti!!" (e che sei aktarus??)

ogni moto fa storia a se e ha le sue qualità, è anche sbagliato star sempre a difendere a spada tratta delle cose che non si sono mai provate e delle quali si legge solo in qualche volantino...come è sbagliato attribuire al proprio mezzo tutte le qualità di questo mondo. non esiste il mezzo definitivo, ogni veicolo è il frutto ottimale di compromessi fatti in funzione di un certo Carattere che viene dato al mezzo.

i paramentri di sicurezza e prestazionali non sono una cosa oggettiva, semmai sono quanto di più soggettivo esista.
Eccezion fatta per la presenza dell'ABS che secondo me andrebbe montato di serie su tutte le moto

se uno sceglie un tipo di motore con un certo tipo di erogazione lo fa perchè è quella che meglio si addice al suo polso, altrimenti nn saprebbe gestirla.
la moto pesante o leggera non è sicura in maniera univoca, io ad esempio peso 70 kg e sono 1.70, un cb 1300 ( o anche una harley o moto comunque corpulente) non riuscirei mai a gestirlo da fermo e faticherei se provassi ad impostare una piega, come d'altronde, se mi trovassi nel traffiico a bassissime velocità (tipo 10 o 20 km/h) ci perderei anni di vita nel tentare di manovrare.
per lo stesso discorso non penso che riuscirei a gestire bene un transalp o una BMW GS.

ogni moto ha i suoi pregi, sta al cervello del pilota saperli usare a suo favore evitando soprattutto di farcisi male o di arrecare danno agli altri.
invece puntulamente in strada si vede gente su moto o scooter che hanno poggiato il casco sul collo dimenticandone il contenuto sul comodino.

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
fabrizio1974 ha scritto:Taym

fabrizio1974 ha scritto:
Taym ha scritto:
1. Una moto pesante, in moto, ha maggiore inerzia e questo la rende piú facile/meno performante in accelerazione e ripresa. Una moto leggera sará piú sensibile alla rotazione della manopola del gas, tenendo gli altri parametri costanti.

Verissimo. Non è però il caso della CB1300, che pesa circa il 30% in più della hornet, ma ha una coppia che è quasi il doppio (o almeno l'80% in più), a 4 o 5mila giri in meno.
Che è tra l'altro una cosa positiva, eh, per intenderci.


Beh, ma certo, ragazzi, ciasun parametro è analizzato >> tenendo gli altri costanti <<.
A parità di performances del motore - ipotesi puramente teorica - la massa determina quanto dico sopra.
Ovviamente se a massa superiore applichi coppia superiore il sistema si modifica in due parametri e devi valutare nuovamente il tutto.

Estremizzando, altrimenti, una bicicletta dovrebbe avere una ripresa superiore di qualsiasi moto perchè è più leggera. Laughing out loud

Citazione:

senza dubbio abbassare il baricentro è lo stratagemma usato pere rendere le moto più gestibili, il peso resta quello (per esempio quando freni, quando sposti la moto "di braccia"...)

Certo, sono stato impreciso. Mi riferivo ai cambi di direzione. In accelerazione e frenata vale quanto diciamo sopra riguardo la massa.

Citazione:

una moto con tanta coppia è una moto goduriosa, quando uno ci ha fatto la mano e la usa con prudenza, dona sicuramente emozioni non comparabili a quelle di una moto che dev'essere tirata fino a ottantamila giri

Temo nel toccare un argomento simile perché il nostro Frabiker potrebbe avere un collasso Smile , ma questo è esattamente ciò a cui ci riferivamo io e Conny.
Una RSV4 ed una CB1300 hanno la stessa coppia massima (115Nm). La CB1300 a 5.500 rpm, la RSV4 a 10.000 rpm. Sono i punti di massimo delle due curve di coppia. Se potessimo sovrapporle, noteremmo che c'è un range poiuttosto ampio di giri, basso, nel quale la CB1300 sviluppa una coppia, e quindi una spinta, superiore a quella della RSV4. Poi, ad un certo punto, la RSV4 raggiunge la coppia della CB1300, e lo fa ad un regime molto elevato, col risultato che la potenza in quel momento è maggiore e la RSV4 recupera lo svantaggio e batte in performances la CB1300.
Questo significa anche che se non guidi la RSV4 ad un regime intorno ai 8.000-12.000, avrai un mezzo che spinge meno della CB1300.
Questo significa anche che, a parità di altri paramentri, è inevitabile che la CB1300 abbia un'accelerazione superiore alla RSV4 al semaforo. E' mera fisica.

MA, apputno, la RSV4 pesa solo 180Kg, la CB1300 ne pesa 235. Quindi il vantaggio di coppia viene ridotto significativamente da questo fattore negativo.

Da cui deriva che, come diceva Conny e come facilmente verificabile guardando test e video vari, nei test di accelerazione la CB1300 generalmente batte le supersportive, o al più viene eguagliata, nei primi secondi. Poi, ovviamente, risulta molto più lenta.
E' lo stesso motivo per cui un T-Max batte nei primi secondi varie moto 600, tipicamente vuote in basso.

Altrettanto ovviamente questo non ha alcuna relazione con la ciclistica, la stabilità in curva, e quant'altro. E' ovvio che una maxinaked in pista sarà stracciata da una supersportiva. Non solo in pista si riesce appunto a tenere il regime alto e prossimo ai valori di coppia massima, ma sfrutti la rigiidità del telaio, le sospensioni, l'aerodinamica, e tutti gli altri parametri che sono progettati appositamente su una supersportiva per massimizzare la resa in pista.

Mi tiro fuori dal contesto "Joe Bar", e prometto di ignorare l'amico Frabiker quando mi dirà che un F14 Tomcat non può competere con il suo Aprilia Sportcity. Laughing out loud

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

fabrizio1974
Offline
Joined: 2010/04/16
Mago ha scritto: i paramentri

Mago ha scritto:

i paramentri di sicurezza e prestazionali non sono una cosa oggettiva, semmai sono quanto di più soggettivo esista.

sulle prestazioni ok, nel senso che ciò che per me è ingestibile per te può essere "facile"...
sui parametri di sicurezza direi di no, è più semplice stabilire dei valori oggettivi di riferimento, per esempio basta partire dalla fisiologia umana e dalle caratteristiche del nostro organismo che tendono a stare tutte in un range di valori limitato (tu potrai essere, per ipotesi, immensamente più bravo di me, e saper fare i monoruota senza mani con la diavel, ma la resistenza delle tue ossa non si discosterà di molto da quella delle mie...)

Mago
Offline
Joined: 2010/02/18
d'accordo ma tutte le moto

d'accordo ma tutte le moto sono per principio insicure, già solo per il fatto che si cade, a qualsiasi velocità possa avvenire, attaccati a veicoli che sono sicuramente più pesanti del nostro corpo, ci si fa male.

il tipo di caratteristiche di una moto può essere più o meno adeguato ad una persona

la soggettività sta proprio in quello: ossia in quanta fatica fa una persona nel guidare un certo veicolo, un mio amico predilige ad esempio una moto più reattiva dal punto di vista telaio-sospensioni, con quelle troppo morbide rischia di ammazzarcisi perchè non ne percepisce il limite

un altro invece la preferisce morbida perchè ad esempio con una eccessivamente reattiva sta sempre sul chi vive e lo stress psicologico poi si ripercuote in un calo della soglia di attenzione.
potrei fare anche molti altri esempi su cosa si predilige di un motore o di una certa posizione in sella,

proprio per questo dico che il veicolo con le caratteristiche assolute non può esistere perchè come riesci a fare un veicolo morbido ma duro, col motore dolce ma scattante, più comodo ed ergonomico ma anche con una posizione che trasmette al pilota le giuste sensazioni (chiamiamola posizione più sincera), leggero ma pesante ecc ecc ecc.???

la fisiologia come tu dici è molto ristretta perchè siamo fragili ma nessuna moto ti protegge.
semmai l'ergonomia di ogni moto è differente proprio perchè l'ergonomia umana non è univoca, esistono esseri umani che sono alti un metro e mezzo e altri alti due metri e mezzo (c'è una differenza tra loro di un metro ossia del 66%) è un parametro con uno scarto molto ampio.
poi il più delle volte ci si mette STATISTICAMENTE intorno alla media, ma non è detto che un valore medio sia comodo a tutti

e come l'altezza così tantissimi altri parametri: il peso, la forza fisica, la lunghezza delle braccia o delle gambe rispetto al resto del corpo, la sensibilità agli stimoli esterni, la reattività del sistema nervoso, la soglia di fatica, il limite d'attenzione ecc ecc...

proprio per questo dico che non esiste un veicolo adatto a tutti.

frabiker (non verificato)
Taym io non ho detto che un

Taym io non ho detto che un F14 non puo` competere col mio SportCity (quello lo hai detto tu per cambiare discorso) io ho solo detto che una Aprilia Tuono Straccia letterealmente una Honda CB1300 in qualsiasi percorso (sul dritto e` ovvio) soprattutto fra le curve dove il CB Honda 1300 non vale l`unghia del mignolo della Aprilia Tuono che rimane piu` stabile e sicura oltre che piu` maneggevole nei cambi di direzione.
Quindi si appaiano in partenza, e alla prima curva il CB 1300 sparisce dagli specchietti.

Sarebbe carino ammettere semplicemente un dato di fatto per i motociclisti e collaudatori di tutto il mondo. Non e` colpa mia se a Noale fanno moto migliori da questo punto di vista.

Tutto qui.

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
frabiker ha scritto:Taym io

frabiker ha scritto:
Taym io non ho detto che un F14 non puo` competere col mio SportCity (quello lo hai detto tu per cambiare discorso) io ho solo detto che una Aprilia Tuono Straccia letterealmente una Honda CB1300 in qualsiasi percorso (sul dritto e` ovvio) soprattutto fra le curve dove il CB Honda 1300 non vale l`unghia del mignolo della Aprilia Tuono che rimane piu` stabile e sicura oltre che piu` maneggevole nei cambi di direzione.
Quindi si appaiano in partenza, e alla prima curva il CB 1300 sparisce dagli specchietti.

Sarebbe carino ammettere semplicemente un dato di fatto per i motociclisti e collaudatori di tutto il mondo. Non e` colpa mia se a Noale fanno moto migliori da questo punto di vista.

Tutto qui.

Ok.
Ma cosa c'entra? E poi che ne sai!
Mo' basta off topic! Quella di superare i T-Max era una battuta, non capisco perché bisogna sempre tirare fuori la Tuono!

Rimaniamo adesi al senso della discussione.

______________________________________

Più che un admin, una colf!

frabiker (non verificato)
ahaha che ne so? perche` hai

ahaha che ne so? perche` hai dei dubbi? (saresti l`unico al mondo) pazzesco Laughing out loud
a me preoccupa questa poca obiettivita`. Se hai in antipatia Aprilia, come da te dichiarato, non e` un buon motivo per dire cose fuorvianti o dare per fare intendere verita` che non esistono. Non capisco perche`i 2 CB-isti del forum se la siano presa, mica ho parlato male della CB. Qualsiasi collaudatore direbbe quello che ho scritto,
se non ci credi, intervista un collaudatore e fattelo dire da lui.

Si parla di sicurezza di mezzi pesanti o leggeri?
Bene io ho solo espresso il concetto per il quale, secondo me, conta piu` il modello di Moto
piu` che la definizione a monte. Nello specifico sottolineavo che alcune doti di sicurezza sono proprio legate al comportamento della moto soprattutto in frenata e soprattutto nella manegevolezza (cambi di direzione agili, facilita` di modifica delle linee soprattutto in chiusura anche in condizioni critiche di piega, e tutto quello che questo comporta in emergenza). Tutto qui.

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
frabiker ha scritto:i 2

frabiker ha scritto:
i 2 CB-isti del forum se la siano presa, mica ho parlato male della CB.

Fra, ci sono smileys nei miei messaggi Smile <- , faccio battute aeronauriche, non me la sono presa e ti voglio bene Smile
W la Tuono, W Frabiker, W i T-Max! Smile

P.S.: W L'Italia nel 150mo Anniversario! Smile

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

frabiker (non verificato)
e` Conny che e` un Hondista

e` Conny che e` un Hondista sfegatato e non vuole essere obiettivo in questo.
non ho detto che la CB sia brutta, anzi, ho solo detto delle cose vere.

Il T-Max e` un gran mezzo, ma fai bene a stracciarli, mi sono antipatici perche` sono dei tamarri con poco rispetto per la propria vita in primis (figuriamoci per quella degli altri).
Ma ovviamente esistono persone anche serie col T-Max (che non conosco di persona Laughing out loud).

Per il discorso che facevo, anche gli scooter, ci sono tanti 250, ma posso assicurare e garantire che il comportamento di ognuno e` molto differente dal punto di vista della sicurezza. Questo magari a parita` di caratteristiche di potenza-peso o simili.
E la prova l`ho fatta. E` normale che se uno va con prudenza, fa piu` del 50% della sicurezza da solo. Ma se mi dite: devi farti un percorso di montagna a passo spedito,
per la sicurezza mi prendi una Mana GT ABS o una ER6n (esempio che facevo) ad occhi chiusi MANA! E figuriamoci se il passo fosse turistico e tranquillo, ancora meglio.
Una Z750/1000 o una Tuono ? Ad occhi chiusi la Tuono! Ma detto proprio con assoluta obiettivita`, per tutta una serie di fattori. Pensa che di recente ho consigliato il cbr ad uno che voleva iniziare con una SS facile da guidare (l`ha avuta un mio amico, e so che rispetto ad un gsx-r 750 e` piu` accessibile, omogenea, docile nell`erogazione e ciclisticamente piu` friendly oltre che molto carina), questo per far capire che non parto prevenuto, e che mi piace l`obiettivita`.

------------
W L'Italia nel 150mo Anniversario!

------------
questa e` stata bella, pace fatta Laughing out loud

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
frabiker ha scritto:e` Conny

frabiker ha scritto:
e` Conny che e` un Hondista sfegatato e non vuole essere obiettivo in questo.

Ma non é affatto vero. W Conny, che esprime le sue >opinioni< come tu esprimi le tue >opinioni< su questo o quel modello.
Dai, sorridi Smile .

Piuttosto Conny ci ricorda giustamente di restare in topic quanto possibile, e mi sembra corretto.

---

Dunque, ragazzi, tornando in topic, poco in alto si diceva una cosa interessante che non ho mai approfondito, e pensavo potremmo farlo insieme: il baricentro. La questione é interessante soprattutto per le moto "pesanti".

In moto pesanti un baricentro alto ovviamente determina una certa inerzia nello spingere la moto in piega, ed in generale in qualsiasi spostamento "laterale". Abbassarlo rende l'operazione piú agevole, per il semplice motivo che la massa da spostare é minore.
Ma oggi, come dicevate, spesso si sceglie di non spostare il baricentro troppo in basso. Che vantaggi dovrebbe portare, ció? Posso supporre che il fatto che in piega un baricentro alto aiuta a tenere la moto giú sia un fattore in gioco, e posso supporre che l'entrata in piega possa essere resa agevole con misure appropriate della ciclistica. Ma lo dico per semplice ragionamento. Qualcuno ha approfondito? Dimentico o non penso a qualcos' altro?

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

frabiker (non verificato)
va bene, tanto e` cosi` di

va bene, tanto e` cosi` di dominio mondiale la cosa che non devo spiegarla ulteriormente. a buon intenditor.
------

State affrontando temi che comprendono miliardi di variabili che se non siete i progettisti della moto, vi sfuggono per forza di cose (e sfuggono spesso pure a loro). Il baricentro, la posizione in sella, la distribuzione dei pesi, il telaio, l`interasse...ecc.

Conviene piu` discutere sul risultato di questi studi, ovvero le moto prodotte.
per come si comportano in strada, che poi e` quello che interessa all`utilizzatore finale.
Per questo iniziavo a parlare di modelli specifici e delle qualita` relative alla sicurezza.

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
Per la cronaca in garage io

Per la cronaca in garage io di Aprilia ne ho due... non sono hondista sfegatato e non ho tirato fuori io la tuono e la rsv4 e non mi sogno di dire che vanno più piano di una muscle bike da 3 quintali. Davvero, a volte mi sfugge il timone della discussione, si va un po' troppo a campi. Frabiker, sai come la penso negli attacchi all'admin, finché si fanno quattro risate va bene. Ci vuole anche il momento simpatia, nelle discussioni serie. Poi basta.

Non parliamo di collaudatori, parliamo di persone vere, normali.

Per assurdo per un pilota normale - non avendole provate entrambe - fra Aprilia Tuono e Kawa Versis (o similia), io ritengo più sicura la Versys. Non ha freni, ha sospensioni scadenti... eppure per un utente normale (non parliamo di utilizzatore finale che suona di Berlusconi che va a donne di facili costumi) è meglio una moto a cui dai del tu, anche se meno stabile. Appunto perché una moto con ottimo assetto, freni, motore, ti porta ad andare al doppio della velocità. Col doppio di pericolo.

Moto che ho provato: CBF 600 vs SV 650. La SV la consigliano molto, ma io trovo molto più immediata e facile la pesante CBF. Il motore è facile, intuitivo, mansueto... Una volta fatta esperienza i due veicoli possono equivalersi. Ma la facilità ad esempio del CBF permette di concentrarsi subito sulla guida. E ci puoi trotterellare a bassa velocità. La SV no, ti porta con la grinta del motore ad avere sempre il coltello fra i denti.

Baricentro alto/basso.

Per quanto riguarda l'utente semplice credo che il baricentro più è basso meglio è. Lo alzano un po' su moto sportive per avere magari più luce a terra, più violenza nella guida di corpo magari.

Moto stupenda come la vecchia Transalp (che ho provato) è una moto squisita, nonostante sia un progetto di più di 20 anni. Però con il pieno tende a essere un po' alta di baricentro, e rendersi meno amichevole.

Ora possiamo parlare. Nella guida comune, prendiamo le entro-fuoristrada.
Transalp, Pegaso, GS 650...

Sono più sicure?
Sospensioni a corsa lunga, meno sensibilità nelle buche, alte, vedi meglio nel traffico, meno in crisi se c'è ghiaino. Però ad esempio il Transalp non frena. Le forcelle lunghe possono dare reazioni sconsiderate. È un limite alla sicurezza oppure un incentivo a guidare con più prudenza?

Alla domanda: "voglio una moto sicura", al di là dei gusti, consigliare una endurella d'epoca, o nuova (con ABS magari) si va verso una maggiore sicurezza?

______________________________________

Più che un admin, una colf!

felix
ritratto di felix
Offline
Joined: 2010/01/02
Se Vi può essere d'aiuto

Se Vi può essere d'aiuto posso raccontarvi la mia esperienza di moto:
A parte esperienze giovanili con varie moto e culminate con Kawasaki Z 650 (quando si guidava senza casco) Cool
ho avuto un lungo periodo senza due ruote per ricominciare nel 2006 con un Beverly 500 percorsi km.38.000 che mi ha lasciato un ottimo ricordo a parte qualche problema di affidabilità, a seguire un Burgman 650 con ABS percorsi Km. 49.000 scooter affidabile, prestante, funzionale ma privo di "anima", in contemporanea una Yamaha Fazer 1000 a carburatori, impegnativa ed eccessiva ed ora quale unica moto una Yamaha TDM 900 nera, unica ed inimitabile, credo la migliore che abbia mai portato, grande coppia, comodità, consumi irrisori, affidabilità, ed a mio parere con estetica ancora valida.
Per concludere e rientrare nel tema penso che per un principiante conviene avanzare per gradi ma appena acquisito un minimo di sicurezza una moto come la TDM 900 possa essere la moto ideale Smile

______________________________________

www.scootermaxclub.it

"Mai tornare indietro, neanche per prendere la rincorsa"

Mago
Offline
Joined: 2010/02/18
Baricentro alto o basso?

Baricentro alto o basso?

bhe un baricentro basso rende le moto più agili anche se sono pesanti ma...

pensiamo ai sidecar: il copilota (o zavorra) si sposta verso l'interno delle curve per aumentare la distanza del baricentro complessivo rispetto all'esterno della curva.

bhe l'altezza del baricentro di una moto funziona allo stesso modo, una moto piegata ad esempio a 45° sviluppa un braccio rispetto l'appoggio all'esterno curva che è pari all'altezza del baricentro complessivo (moto+ pilota) moltiplicato per circa 0.707 (è un cateto di un triangolo)

è anche il motivo ulteriore per cui scendendo in piega si esce col sedere verso l'interno curva, in questo modo si aumenta ulteriormente il braccio di leva.

Facciamo due conti veloci: se una moto ha il baricentro a 20 cm da terra il suo braccio in curva durante una piega di 45° sarà di circa 14 cm, a parità di peso e di angolo di piega invece una moto col baricentro a 30 cm da terra avrà per una piega di 45° un braccio in curva di circa 21 cm!!

siccome la forza che preme le ruote sull'asfalto è, per un gioco di leve, pari al peso della moto per il braccio in curva, la moto col baricentro più alto caricherà le ruote più di quella col baricentro più basso. Ricordo che il discorso è fatto a parità di peso e di angolo di piega (dove 45° è un angolo intermedio di una piega non troppo spinta) è ovvio quindi che, dove le ruote sono più cariche, la mescola preme meglio sull'asfalto e la moto sviluppa più attrito laterale e quindi curva meglio.

in pratica nonostante la meccanica sia sempre più complessa, si riduce sempre tutto a un gioco di equilibri e leve, forze centrifughe ed attriti...

e per chi adorasse la matematica: è tutta trigonometria...:davie:

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
Mago ha scritto: dove le

Mago ha scritto:

dove le ruote sono più cariche, la mescola preme meglio sull'asfalto e la moto sviluppa più attrito laterale e quindi curva meglio.

in pratica nonostante la meccanica sia sempre più complessa, si riduce sempre tutto a un gioco di equilibri e leve, forze centrifughe ed attriti...

Ah, ecco cosa dimenticavo. L'aderenza data dalla pressione sulle ruote. Giusto Mago! Smile

Tra l'altro, nota folcloristica, ne vien fuori che a parità di altri parametri una moto col baricentro più alto consuma le gomme più rapidamente di una col baricentro basso, e ciò sarà tanto più vero quanti più km si percorrono "in piega" . Wink

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Mago
Offline
Joined: 2010/02/18
Questo è vero però è anche

Questo è vero però è anche vero che di solito le gomme si buttano perchè si consumano maggiormente al centro, vedo improbabile che una moto usata in strada rovini i fianchi più della parte centrale. :((

fatto sta che alcuni modelli di gomme hanno la doppia mescola, più dura al centro Steve e più morbida sui fianchi. :tired:

certo però se tu guidi sempre in piega... :bigsmile:... ma che strade fai? e soprattutto: ma un rettilineo di 1 Km sempre in piega come lo fai? zigzagando? non allunghi? :davie:

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
Mago ha scritto: Questo

Mago ha scritto:

Questo è vero però è anche vero che di solito le gomme si buttano perchè si consumano maggiormente al centro, vedo improbabile che una moto usata in strada rovini i fianchi più della parte centrale. :((


Ma si, dicevo per ridere Smile

Citazione:

fatto sta che alcuni modelli di gomme hanno la doppia mescola, più dura al centro Steve e più morbida sui fianchi. :tired:


Ne sto usando un treno proprio ora. Sono vecchissime e dovrei cambiarle al piú presto. Ma, pensa, ci ho fatto 7000 km! Ottima riuscita, per fortuna. Oltre che consumate sono di pietra, ormai.

Citazione:

certo però se tu guidi sempre in piega... :bigsmile:... ma che strade fai? e soprattutto: ma un rettilineo di 1 Km sempre in piega come lo fai? zigzagando? non allunghi? :davie:

Eh? Io non sono quasi mai in piega! Io sono un fifone! Per questo ho gomme doppia mescola da 7000 km! Laughing out loud
A dire il vero mi piacciono molto i tornanti di montagna - a chi non piacciono -, ma anche lí mi ritengo piuttosto cauto. Il brutto é che mi trovo costretto ad usare la moto quasi sempre in cittá, pensa tu. Altro che pieghe... Sad

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

frabiker (non verificato)
-------------------Per

-------------------
Per assurdo per un pilota normale - non avendole provate entrambe - fra Aprilia Tuono e Kawa Versis (o similia), io ritengo più sicura la Versys. Non ha freni, ha sospensioni scadenti... eppure per un utente normale (non parliamo di utilizzatore finale che suona di Berlusconi che va a donne di facili costumi) è meglio una moto a cui dai del tu, anche se meno stabile.
-------------------

Non ha freni, ha sospensioni scadenti...
???
prendersi una Mana ABS o qualsiasi moto (Aprilia o qualsiasi altra marca al mondo) che abbia questi piccolissimi accessori no ? Non esiste solo la Tuono a listino che e` una moto
al top di gamma mondiale e che si compra solo uno che vuole usarla anche in pista.

E alla fine vedo che di concreto non ne e` uscito nulla.

Permettete il dissenso quando intervengo per contrastare filosofie del tipo: creaiamo il peggio perche` cosi` stiamo piu` attenti (stessa mentalita` che alcuni di questo forum hanno espresso sul tema sicurezza stradale, prendendo per buono buche, pali in acciao messe a pochi cm dalla strada e non studiati nei materiali, guard rail fatti male ecc ecc.)
giustificandoli con: bene, almeno la gente va piano). Senza considerare quel piccolissimo particolare per il quale muoiono milioni di persone, che andavano tranquille e pacate.
Io su un forum di sicurezza, da chiunque sia amministrato (cosa che non mi interessa),
dico il mio pensiero perche` 1) non offendo nessuno. 2) lo reputo doveroso da utente della strada tutti i giorni 12 mesi su 12, giorno , sera, sole, pioggia, neve che sia.

Io invece sono per: creiamo il meglio, e rompiamo il c. a chi non lo rispetta.
Fortuna che qualcuno, anche nell`altra discussione, la pensa cosi`.
Se queste sono le idee politiche di certi, stiamo freschi. Anziche` parlare ossessivamente dei festini di Acore (pure qui la citazione, ma che c`entra?) concentratevi meglio sui problemi reali e sulla loro ri-soluzione. E io idee ne ho lanciate gia` per cosi`...(cam onboard, soluzioni per la segnaletica verticale) tutte attuabili con pochi soldi.

Rispondo all`ultima domanda (poi non rispondo piu`, perche` alla fine so questo topic non portera` a nulla di interessante, prima date il buon esempio, ma nei fatti state continuando con off topic. ):

Solitamente gli scooter alte cilindrate sono piu` sicuri. Fra un 125 e un 250
la componentistica migliora e si sente. Fra un 50 e un 250 per girarci in citta` non ci sono paragoni: il 250 e` un mezzo esponenzialmente piu` sicuro. E non per chi deve fare il Valentino della situazione, e` piu` sicuro e stop (anche qui sicuramente avro` chi dice che non e` vero, nonostante sia un dato di fatto, ma pazienza).

Ma anche qui ribadisco il mio concetto: conta il mezzo! Non tutti i 250 sono stabili alle alte velocita`, non tutti sono stabili in curva, precisi, agili da manvrare e non tutti hanno la stessa qualita` frenante (modulabilita` ecc.)
questo anche se hanno 2 dischi, ma anche qui...conta come viene progettato. Da qui l`elogio alla casa di Noale (anche qui e` stata dichiarata l`antipatia da parte di Conny, non me la sono certo sognata, proprio nella discussione che io avevo aperto quando Aprilia ha vinto il mondiale SuperBike 2010. Ma ne ha tutto diritto, come io ho tutto diritto di essere obiettivo). Poi se uno compra una moto con lo scopo di fare il pazzo, si ammazzera` sempre e comunque. Io stesso non ho comprato un mille, perche` non ne avevo bisogno, in perfetta coerenza col mio pensiero. Una moto sovradimensionata per l`utilizzo urbano, dotato di impianto frenante pistaiolo, invece, la reputo potenzialmente piu` pericolosa in citta` , ma piu` sicura se ad esempio messa sotto pressione fra le curve di montagna.Ma dipende sempre e tutto dal modello di moto, anche a parita` di categoria.

Saluti.

fabrizio1974
Offline
Joined: 2010/04/16
frabiker ha scritto:

frabiker ha scritto:
prendersi una Mana ABS o qualsiasi moto (Aprilia o qualsiasi altra marca al mondo) che abbia questi piccolissimi accessori no ? Non esiste solo la Tuono a listino che e` una moto al top di gamma mondiale e che si compra solo uno che vuole usarla anche in pista.

Fra, faccio ammenda: non ho citato tra le moto che considererei "sicure" per le loro caratteristiche di ergonomia e prestazioni, per esempio, la shiver 750 (sia la naked che la GT), che esteticamente mi piace, e che si trova con ABS.
D'altra parte non volevo fare una lista "esaustiva"...
devo dire che mi preoccupa un cicinino la tecnologia ride (o drive???) by wire, ma per il resto, ecco un'aprilia che mi piace Smile

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
frabiker ha

frabiker ha scritto:
-------------------
Per assurdo per un pilota normale - non avendole provate entrambe - fra Aprilia Tuono e Kawa Versis (o similia), io ritengo più sicura la Versys. Non ha freni, ha sospensioni scadenti... eppure per un utente normale (non parliamo di utilizzatore finale che suona di Berlusconi che va a donne di facili costumi) è meglio una moto a cui dai del tu, anche se meno stabile.
-------------------

Non ha freni, ha sospensioni scadenti...
???
prendersi una Mana ABS o qualsiasi moto (Aprilia o qualsiasi altra marca al mondo) che abbia questi piccolissimi accessori no ? Non esiste solo la Tuono a listino che e` una moto
al top di gamma mondiale e che si compra solo uno che vuole usarla anche in pista.

E alla fine vedo che di concreto non ne e` uscito nulla.

Permettete il dissenso quando intervengo per contrastare filosofie del tipo: creaiamo il peggio perche` cosi` stiamo piu` attenti (stessa mentalita` che alcuni di questo forum hanno espresso sul tema sicurezza stradale, prendendo per buono buche, pali in acciao messe a pochi cm dalla strada e non studiati nei materiali, guard rail fatti male ecc ecc.)
giustificandoli con: bene, almeno la gente va piano). Senza considerare quel piccolissimo particolare per il quale muoiono milioni di persone, che andavano tranquille e pacate.
Io su un forum di sicurezza, da chiunque sia amministrato (cosa che non mi interessa),
dico il mio pensiero perche` 1) non offendo nessuno. 2) lo reputo doveroso da utente della strada tutti i giorni 12 mesi su 12, giorno , sera, sole, pioggia, neve che sia.

Io invece sono per: creiamo il meglio, e rompiamo il c. a chi non lo rispetta.
Fortuna che qualcuno, anche nell`altra discussione, la pensa cosi`.
Se queste sono le idee politiche di certi, stiamo freschi. Anziche` parlare ossessivamente dei festini di Acore (pure qui la citazione, ma che c`entra?) concentratevi meglio sui problemi reali e sulla loro ri-soluzione. E io idee ne ho lanciate gia` per cosi`...(cam onboard, soluzioni per la segnaletica verticale) tutte attuabili con pochi soldi.

Rispondo all`ultima domanda (poi non rispondo piu`, perche` alla fine so questo topic non portera` a nulla di interessante, prima date il buon esempio, ma nei fatti state continuando con off topic. ):

Solitamente gli scooter alte cilindrate sono piu` sicuri. Fra un 125 e un 250
la componentistica migliora e si sente. Fra un 50 e un 250 per girarci in citta` non ci sono paragoni: il 250 e` un mezzo esponenzialmente piu` sicuro. E non per chi deve fare il Valentino della situazione, e` piu` sicuro e stop (anche qui sicuramente avro` chi dice che non e` vero, nonostante sia un dato di fatto, ma pazienza).

Ma anche qui ribadisco il mio concetto: conta il mezzo! Non tutti i 250 sono stabili alle alte velocita`, non tutti sono stabili in curva, precisi, agili da manvrare e non tutti hanno la stessa qualita` frenante (modulabilita` ecc.)
questo anche se hanno 2 dischi, ma anche qui...conta come viene progettato. Da qui l`elogio alla casa di Noale (anche qui e` stata dichiarata l`antipatia da parte di Conny, non me la sono certo sognata, proprio nella discussione che io avevo aperto quando Aprilia ha vinto il mondiale SuperBike 2010. Ma ne ha tutto diritto, come io ho tutto diritto di essere obiettivo). Poi se uno compra una moto con lo scopo di fare il pazzo, si ammazzera` sempre e comunque. Io stesso non ho comprato un mille, perche` non ne avevo bisogno, in perfetta coerenza col mio pensiero. Una moto sovradimensionata per l`utilizzo urbano, dotato di impianto frenante pistaiolo, invece, la reputo potenzialmente piu` pericolosa in citta` , ma piu` sicura se ad esempio messa sotto pressione fra le curve di montagna.Ma dipende sempre e tutto dal modello di moto, anche a parita` di categoria.

Saluti.

Internet è grande, ci sono un'infinità di siti e con pochi euri o anche gratuitamente è possibile realizzare un proprio sito in cui sicuramente gli argomenti saranno più interessanti.

Mi dispiace se qualcuno ritiene che non sono in grado di moderare discussioni di interesse. E mi dispiace che si vada a finire in discussioni ridicole scritte in una lingua incomprensibile.

Sopporto perché in una certa misura si rendono le discussioni divertenti e "colorate", ovviamente se si trascende troppo e si va sistematicamente off-topic mi vedrò costretto a ritornare alla linea dura.
Volendo noi fare informazione non si può indugiare per troppe pagine in amenità, si rischia che chi legge si trovi in difficoltà e non capisca. Sinceramente non ho mai visto un forum in cui si leggano attacchi mirati e continuati verso gli admin. Che ricordo pagano di tasca loro perché questo spazio sia aperto e indipendente.

Quindi invito i dissidenti e chi si ritiene più bravo di aprire il proprio forum. Magari mi ci iscrivo.

Per correttezza, in incidenti stradali non muoiono "milioni di persone".

Ora smettiamola con le opinioni da motociclisti da rivista e se qualcuno lo trova interessante proseguiamo il confronto diretto fra modelli diversi, piccoli e grandi.

Ad esempio io trovo una cosa importante a livello di sicurezza l'assenza di sensibile on-off a bassi regimi. Una moto piccola dal motore brusco è probabilmente meno sicura di una grossa dal motore lineare...

______________________________________

Più che un admin, una colf!

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
fabrizio1974 ha scritto:devo

fabrizio1974 ha scritto:
devo dire che mi preoccupa un cicinino la tecnologia ride (o drive???) by wire, ma per il resto, ecco un'aprilia che mi piace :)

Anche a me un pochino, ma, per contro, una ride by wire consente persino, in linea teorica, di poter regolare la risposta al comando impartito dal pilota non solo al livello di motore - come le centraline attuali - ma al livello di manopola. E personalmente credo sia uno dei prossimi step evolutivi. Immaginate: l'impostazione standard consentirebbe una risposta progressiva e proporzionale alla rotazione del gas, come normalmente accade ora; l'impostazione turistica/soft, ad esempio, potrebbe controllare rotazioni troppo repentine ed evitare manovre brusche dovute ad inesperienza, distrazione, o altri fattori di disturbo; un'mpostazione sportiva potrebbe ridurre l'angolo di rotazione della manopola per raggiungere il massimo di apertura, e via dicendo, con step intermedi vari, affinamenti vari, e via dicendo.

Insomma, come sempre, dove c'é elettronica c'é straordinario controllo e notevoli potenzialitá - posto che sia affidabile.

Che ne pensi/pensate?

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Coniglione-OldAdm
ritratto di Coniglione-OldAdm
Offline
Joined: 2009/04/05
Taym ha scritto:fabrizio1974

Taym ha scritto:
fabrizio1974 ha scritto:
devo dire che mi preoccupa un cicinino la tecnologia ride (o drive???) by wire, ma per il resto, ecco un'aprilia che mi piace :)

Anche a me un pochino, ma, per contro, una ride by wire consente persino, in linea teorica, di poter regolare la risposta al comando impartito dal pilota non solo al livello di motore - come le centraline attuali - ma al livello di manopola. E personalmente credo sia uno dei prossimi step evolutivi. Immaginate: l'impostazione standard consentirebbe una risposta progressiva e proporzionale alla rotazione del gas, come normalmente accade ora; l'impostazione turistica/soft, ad esempio, potrebbe controllare rotazioni troppo repentine ed evitare manovre brusche dovute ad inesperienza, distrazione, o altri fattori di disturbo; un'mpostazione sportiva potrebbe ridurre l'angolo di rotazione della manopola per raggiungere il massimo di apertura, e via dicendo, con step intermedi vari, affinamenti vari, e via dicendo.

Insomma, come sempre, dove c'é elettronica c'é straordinario controllo e notevoli potenzialitá - posto che sia affidabile.

Che ne pensi/pensate?

Credo, non vorrei sbagliarmi, che sia già così! Sulla Tenerè nuova penso sia più o meno così la risposta dell'acceleratore. Ad oggi ciò comporta però un po' di ritardi rispetto il classico filo.

______________________________________

Più che un admin, una colf!

Taym
ritratto di Taym
Offline
Joined: 2009/05/13
conny ha scritto:Taym ha

conny ha scritto:
Taym ha scritto:
fabrizio1974 ha scritto:
devo dire che mi preoccupa un cicinino la tecnologia ride (o drive???) by wire, ma per il resto, ecco un'aprilia che mi piace :)

Anche a me un pochino, ma, per contro, una ride by wire consente persino, in linea teorica, di poter regolare la risposta al comando impartito dal pilota non solo al livello di motore - come le centraline attuali - ma al livello di manopola. E personalmente credo sia uno dei prossimi step evolutivi. Immaginate: l'impostazione standard consentirebbe una risposta progressiva e proporzionale alla rotazione del gas, come normalmente accade ora; l'impostazione turistica/soft, ad esempio, potrebbe controllare rotazioni troppo repentine ed evitare manovre brusche dovute ad inesperienza, distrazione, o altri fattori di disturbo; un'mpostazione sportiva potrebbe ridurre l'angolo di rotazione della manopola per raggiungere il massimo di apertura, e via dicendo, con step intermedi vari, affinamenti vari, e via dicendo.

Insomma, come sempre, dove c'é elettronica c'é straordinario controllo e notevoli potenzialitá - posto che sia affidabile.

Che ne pensi/pensate?

Credo, non vorrei sbagliarmi, che sia già così! Sulla Tenerè nuova penso sia più o meno così la risposta dell'acceleratore. Ad oggi ciò comporta però un po' di ritardi rispetto il classico filo.

Davvero Conny? Non lo sapevo! Ma é spettacolare!
Mi stupisce molto, poi, il problema dei ritardi. Non essendo possibile che ció dipenda dalla latenza dell'elettronica (in altri campi operazioni ben piú complesse vendono eseguite in "tempo reale" , ovviamente per modo di dire), suppongo sia dovuto ad altro. Forse i requisiti di alimentazione sono eccessivi per processori sufficientemente veloci? Qualcuno ha dati in merito?

Ad ogni modo, a mio avviso, un controllo elettronico sui comandi é utilissimo ai fini della sicurezza. Parlando di on-off, ad esempio, potrebbe dare un ottimo contributo allo smorzamento del fenomeno.

______________________________________


www.ilquen.it - www.maxinaked.it

Cristian72
Offline
Joined: 2010/09/06
Ma è così anche sulle

Ma è così anche sulle Aprilia,non sò se intendiamo la stessa cosa ma ogni mappa ha una velocità di risposta diversa delle farfalle.

Conny non ho ben capito verso cosa ti stai orientando,pensavo che a parte la riduzione di cilindrata volevi restare su una Moto con M maiuscola,per quello ti ho detto Street Triple che è per me la naked media più MOTO che c'è........ma poi vedo che parli di CB500,cacchio quella sì che è proprio una motoretta,tanto vale che prendi uno scooter che almeno hai comodità,economia,versatilità,ecc.
Sennò se vuoi fare una cosa della massima economia fai come me e ti prendi un vecchio enduro da 2 lire,la mia pegaso và benissimo,faccio da me la manutenzione con pochi neuri,per me non è più insicura di una attuale almenochè quast'ultima non abbia l'ABS,ma per il resto anche se sono passati quasi vent'anni non è che ci sia stata chissàquale evoluzione,motore più brusco perchè a carburatore ma con una quarantina di cavalli non è che bisogna essere Rossi per guidarla,casomai l'unico lato dolente sono i consumi,io ci faccio 15/16 quando invece i mono odierni fanno ben di più.........però non hanno carattere,il 660 Aprilia/Yamaha è proprio "elettrico" e a me non piace.
Io avevo valutato anche la BMW CS 650 (Scarver) che si trova anche con ABS e che nonostante abbia quasi lo stesso Rotax dell'Aprilia (solo con testata 4 valvole invece che 5) sò per certo che consuma molto meno......peccato abbia valutazioni da BMW.

Dimenticavo,conny con Borile sei più verso i 120 kg. che non 150,e con quel "motorino" da speedway mi sà che và come una dannata.......può essere che sia anche un'attimino rabbiosa,ma quanto mi piacerebbe averne una. Smile